Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Monumedia Festival'09


Monumedia Festival'09
20/10/2009, 13:10

Dopo i successi degli anni dal 1997 al 1999 torna, all’interno del “Viaggio nella Creatività”, (progetto dell' Assessorato al Turismo della Regione Campania),il Monumedia Festival, l’evento che, sin dalla sua creazione, si propone di valorizzare i siti storico- culturali napoletani, assemblando Innovazione digitale, design e Beni Culturali.

Monumedia è l'appuntamento annuale con la produzione multimediale sul tema dell'Arte e della Cultura, che esprime la volontà di coniugare Innovazione digitale, Design e Beni Culturali.

Il Festival sia anima e indaga sull'uso della luce e le immagini in movimento applicata ai Beni Culturali attraverso installazioni, giardini di luce interattivi, proiezioni di immagini tridimensionali sul Castel dell' Ovo, installazioni di luce create attraverso internet, atmosfere lunari animate da rivisitazioni luminose delle antenne satellitari.

L’Edizione 2009 del Festival Monumedia – Borgo Light & Vision intende proporre una rilettura del Castel dell’Ovo e dell’intero Borgo Marinari a Santa Lucia; il luogo è da millenni uno dei simboli di Napoli, e Monumedia vuole ripresentarlo con una visione che ne esalti la bellezza e la peculiarità. Protagonisti di tutto l’evento saranno la tecnologia, la luce e le proiezioni murali di immagini digitali, delle vere e proprie sculture tridimensionali, splendide architetture in movimento.

L’evento, che si protrarrà dal 20 ottobre al 6 novembre, è promosso dalla Direzione Regionale del Ministero dei Beni Culturali e realizzato in partenariato con il Consorzio Antico Borgo Marinari per la direzione artistica di Franz Cerami – Digital Artist – che ne è anche l' ideatore.

Saranno tre le opere per Borgo Screen di Mapping Video proiettate su un lato di Castel dell'Ovo, realizzate da Giorgio Rinolfi – Digital Artist - (22 ottobre), da Franz Cerami (23 ottobre) e da Till Nowak – Digital Artist - (25 ottobre), visibili anche a grande distanza tra le ore 21 e le 23: antichi fascini di storia e leggenda intrecceranno serrati e accattivanti dialoghi sulle partiture luminose degli artisti.

All'interno del Borgo le installazioni luminose di Salvatore Cozzolino, che ha sviluppato con Bruno Cimmino tre diverse emozioni di luce accese dal 22 ottobre al 6 novembre esse sono state rese possibili grazie alla ingegnerizzazione della azienda "I Guzzini".

“Lampaiuola” è una siepe animata da un respiro luminoso prodotto da una lampada a bassissimo consumo che un software specifico mette in relazione empatica con il pubblico.
“U-bliquo” è un giunco artificiale mobile ad emissione longitudinale con tecnologia LED.
La terza opera è un lampione-totem fatto di rete ultraleggera, “Cocoon”: una pelle impalpabile che caratterizza l'immagine del Borgo.

L'installazione “MediaLuna”, dal 23 ottobre al 26 ottobre, (di Huub Ubbens – Designer ); illuminerà le antenne satellitari poste sui tetti dei palazzi disegnando un paesaggio a lune multiple.

Ubbens: “Onde scampare da pensieri senza emozioni, rumori senza silenzio, velocità senza lentezza e leggerezza senza riflessione, mettete la luna in una parabola.”

Light your Blue, dal 22 ottobre al 25 ottobre, installazione interattiva di Franz Cerami, consiste nella proiezione di fasci di luce blu sulla scogliera, con la peculiarità che il colore blu verrà dinamicamente determinato dalla scelta effettuata via Web da “navigatori” di tutto il mondo sul sito http://www.lightyourblue.com

De Kerckhove: "Il lavoro di Franz Cerami con Light your blue si inscrive nell'ambito di quelle porte d'arte globale su cui lavoro da anni. L' innovazione di questa installazione risiede nella sua capacità di sedurre il pubblico del web invitandolo a modificare l'opera d'arte da qualunque angolo del globo".

Durante l’evento si svolgerà un laboratorio sulla valorizzazione dei Beni Culturali,“Il racconto digitale dei Beni Culturali”; gli studenti potranno seguire il festival nelle varie fasi, raccontandolo con linguaggi e tecnologie multimediali.

Numerosi artisti ed intellettuali si sono espressi positivamente su Monumedia Festival: Ennio Morricone, Ryuichi Sakamoto, Nicola Piovani , Riz Ortolani, il regista Giuseppe Tornatore, e i professori Domenico De Masi , Derrick de Kerckhove e Benedetto Gravagnuolo: tutti hanno voluto dare un loro contributo al Festival, tramite dei video-messaggi visibili, a conclusione dell'evento, sul sito

Gravagnuolo: "Sono onorato di aver preso parte a Monumedia fin dalla sua prima edizione e ritengo che Monumedia possa essere un attore determinante per la promozione del nostro patrimonio architettonico ed artistico attraverso i linguaggi digitali."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.