Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

MOODJAY: MUSICA AL MUGELLO TARGATA NA


MOODJAY: MUSICA AL MUGELLO TARGATA NA
27/08/2008, 09:08

La società Mugello Circuit sceglie un partner napoletano per la prima edizione del MooDJay, il Mugello Main Festival che si terrà il 30 e 31 agosto 2008 presso l'Autodromo Internazionale del Mugello (il circuito di proprietà della Ferrari).

La produzione dell'evento, infatti, è a cura di The Main Project, società partenopea leader nel settore dell'intrattenimento musicale.
"Una sfida affascinante che premia l'immenso lavoro di produzione che abbiamo svolto in questi anni", dichiara Genny Mosca amministratore della società che i giovani campani conoscono da anni per la sua attività nell'ambito della musica dance.
"Ma soprattutto l'occasione - continua Mosca - per mostrare il volto di un'altra Napoli, che lavora, produce ed in grado di competere sul piano nazionale.
 
L'edizione di questo anno è un punto di partenza per far diventare il MooDJay il primo grande festival italiano dedicato alle sonorità elettroniche e alla musica dance, infatti lo staff di The Main Project è già al lavoro per l'edizione 2009 per la quale sono già stati contattati artisti del calibro Depeche Mode e Fat Boy Slim.
 
"30 e 31 agosto 2008, una data da ricordare per tutti gli appassionati di musica internazionale"
 
Ancora pochi giorni per la partenza del festival, i motori si scaldano in attesa dell’arrivo dei grandi ospiti previsti dal folto programma musicale: in prima fila pronti ad aspettare il segnale verde della pista i The Orb, il gruppo inglese che sul finire degli anni settanta ha iniziato a percorrere la strada evolutiva tra l’analogico ed il digitale.
 
Il concept musicale di questa prima edizione del MooDJay è basato sul lungo percorso svolto dalla musica dance fin dai suoi inizi, ritmi da ballo impossibili da pensare senza Boy George, fondamentale pedina della musica anni ottanta con i suoi Culture Club. Partono in seconda file, ma certo non sono di minore importanza i Fischerspooner, combo newyorkese che in esclusiva per il MooDJay si esibiranno domenica 31 agosto con un concerto che avrà dell’incredibile: uno show tutto patinato con tanto di cambi di ambiente e ballerine sul palco.
Nella stessa sera i Coldcut, il gruppo che ha meglio inteso la potente sinergia tra musica elettronica ed istallazioni video: per la prima volta all’Autodromo Internazionale proporranno il loro nuovo show “Journey Trought Vjs”.
 
Concerti, live e dj set con artisti che possono essere considerati dei capisaldi dell’evoluzione digitale degli ultimi dieci anni: Speedy J, Dave Clarke, Chris Liebing e Adam Beyer, l’Europa unita sotto la bandiera elettronica. Uno stile musicale che ha come protagonista anche l’Italia, a conferma dell’arrivo il 30 e il 31 agosto di alcuni dei migliori produttori nazionali: Markantonio & Rino Cerrone “4 Decks &
2 Mixers”, i giovani talenti Joseph Capriati, Lucio Aquilina e Ilario Alicante. Showcase della piattaforma Cadenza con Thomas Melkior, Mirko Loko e Alejandro Vivanco.
 
Musica ed esplorazioni sonore anche di giorno con il MooDJay by Day, un programma tutto particolare che porterà sul second stage quattro realtà organizzative italiane: International Talent e Metempsicosi il 30 e Matrix e Basstation il 31 agosto.
 
Camping Area: un’ampia area del festival sarà destinata alla zona campeggio tende, camper e roulotte.
 
 
Expo Area: food & beverage, market, shops.
 
www.moodjay.com
www.space.com/moojayfestival
info@moodjay.com

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©