Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Mostra Evento dedicata alla Donna


Mostra Evento dedicata alla Donna
26/11/2012, 10:54

La condivisione è stato l'elemento che ha caratterizzato la Mostra Evento dedicata alla Donna svoltasi ieri, domenica 25 Novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.  Donne e uomini uniti dalla passione per l'arte, dalla voglia di raccontare e raccontarsi.  L'arte per rappresentare sentimenti e condizioni contrapposte: una nuova vita che viene al mondo e la morte dell'anima incarcerata dietro le sbarre di una cultura che limita ogni forma di libertà personale; le gioie e la passione di una storia d'amore e le ferite inferte all'anima da un amore violento, che non può definirsi tale; la difficoltà di comunicare e lo voglia di urlare al mondo la propria sofferenza,  la vergogna di essere continuamente umiliate e maltrattate.  Emozioni e stati d'animo  riprodotti su tela, nelle opere scultoree in marmo e in quelle in creta, narrate anche attraverso le pagine di un romanzo e decantante in versi. Circa trenta tra artisti, artigiani, scrittori e poeti trapanesi, di entrambi i sessi e di tutte le età, hanno aderito con entusiamo all'iniziativa organizzata ieri a Trapani da "Il Comitato delle Donne" con il patrocinio del Comune di Trapani.  "Vogliamo dare voce a chi non ne ha- ha detto Vanessa Galipoli, tra le fondatrici de "Il Comitato delle Donne"- per questo motivo è nato due mesi fa il comitato. Siamo dalla parte delle donne, vogliamo continuare a creare occasioni di aggregazione e di sensibilizzazione. Per violenza non si intende, infatti, solo quella fisica ma  ogni abuso e sopruso atto a ferire, mortificare ogni persona che lo subisce. Ringrazio coloro che con entusiasmo e un filo d'emozione hanno contribuito a realizzare questa nostra prima iniziativa". Alla manifestazione hanno aderito le associazioni: Aism, Astarte, Croce Rossa, Tuluile Bantu e Pari e Libera . Quest'ultima ha promosso l'attività del Centro di Ascolto "Stop alla violenza" che ha sede presso Palazzo del Governo, a piazza Vittorio Veneto a Trapani, a pian terreno. Nato nel 2009 grazie ad un protocollo con la Provincia Regionale di Trapani, lo sportello è aperto dal lunedì al venerdi dalle 9.00 alle 13.00 e il lunedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30. E' gestito da cinque assistenti sociali e si avvale della collaborazione, a titolo volontario e gratuito, di esperti psicologi, counselor familari, avvoccati etc. Dall'inizio dell'anno ha già dato assistenza concreta a 53 vittime di violenza nel solo capoluogo. " Si tratta prevalentemente di donne, tra i 35 e i 45 anni- ha spiegato Caterina Maria Peraino, presidente "Pari e Libera"- nella maggior parte dei casi sono vittime di violenza domestica, non solo fisica ma anche psicologica. Questo genere di violenza investe anche i figli che vivono contesti familiari drammatici. Abbiamo anche dei casi di donne vittime di stalking. Noi assicuriamo l'anonimato e quando è necessario facciamo allontanare la vittima dalla casa in cui vive trasferendola presso comunità che possano ospitarla. E' stato inoltre attivato il numero verde 800 453552 che rappresenta il primo step attraverso il quale una persona può chiedere aiuto. E' importante, infatti, avere consapevolezza del problema per premevenire situazioni più gravi. L'associazione Pari e Libera ha aderito a questa iniziativa perchè è indispensabile fare attività di informazione e sensibilizzazione fra la gente. Per questo svolgiamo formazione anche nelle scuole. Il nostro numero verde, inoltre, è stato inserito nella rete nazionale antiviolenza del 1522 che da assistenza h 24". La Mostra Evento dedicata alla Donna si è articolata nell'arco dell'intera giornata di ieri. Su un maxi schermo è stata proiettata una raccolta di  immagini dal titolo "L'amore è un'altra cosa" a cura dell'architetto e design romano Claudio Vagnoni. L'aerografista  Damiano Lotta ha realizzato  live un quadro lungo la via Torrearsa, sempre ispirato al tema della violenza sulle donne. In esposizione, tra gli altri, quadri a cura dell'associazione Biennale Trapani e foto dell'artista palermitano Stafano Fogato e del trapanese Pasquale Fiorenza. 

Alle prime cento persone che si sono iscritte a "Il Comitato delle Donne" è stata donata una spilla in tessuto a forma di fiore realizzata dall'artigiana Francesca Corso. Il primo uomo-politico iscritto all'associazione è stato il sindaco di Erice, Giacomo Tranchida. A breve sul sito www.comitatodelledonne.it e sulla pagina facebook i nomi di tutti gli artisti, le aziende e i service che hanno partecipato alla Mostra Evento dedicata alla Donna. 

 Nella foto con il gruppo delle artiste, al centro in prima fila da sinistra: Daniela Armato, Vanessa Galipoli e Cristiana Bertasi, rispettivamente vice presidente, presidente e tesoriere de "Il Comitato delle Donne".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©