Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Mostre: Izzo e Rossi espongono ad Angri


Mostre: Izzo e Rossi espongono ad Angri
24/09/2009, 09:09


Sarà inaugurata domenica mattina, 27 settembre, nei locali della galleria d’arte contemporanea Pagea di Angri nel cortile D’Antonio di via Concilio, la mostra di Antonio Izzo e Gianni Rossi. Entrambi artisti di lungo corso, noti a livello nazionale ed esponenti dell’arte contemporanea, Izzo e Rossi esporranno il meglio della loro produzione recente. Gianni Rossi vive e lavora ad Angri. Esponente dell’arte geometrica e astratta del Sud, ha tenuto mostre personali in Italia e all’estero ed è presente in numerose collezioni pubbliche e private. Prevalentemente attivo in pittura, ma autore di pregevoli libri d’arte, con monotipi, incisioni, serigrafie ed installazioni, Rossi è presente in dizionari e compendi storici dell’arte italiana del secondo dopoguerra. Antonio Izzo vive e lavora a Torre del Greco. Fitta la sua attività espositiva fin dal 1970. Ha partecipato ad importanti rassegne d’arte ed è presente in numerose pubblicazioni di carattere storico. La mostra, che potrà essere visitata fino al 9 novembre, è presentata dal noto critico casertano Giorgio Agnisola. Secondo Agnisola, “l’arte di Gianni Rossi è indubbiamente fondata sulla geometria, o più esattamente su di un geometrico ordine visivo, legato all’astrazione dello spazio e del segno. E’ nella dinamica dei rapporti esterni che si leggono i percorsi interni della sua arte. Laddove tutto pare ricondursi nel suo lavoro ad un indirizzo progettuale, ad una sintesi rigorosa dei termini espressivi”. Di Antonio Izzo, il critico individua nel segno indubbiamente il punto d’origine della sua arte: “un segno libero, che percorre spazi visionari, sul filo dell’intuizione, e che recupera all’interno di questo percorso immaginario assonanze e suggestioni anche leggibili in termini realistici”. Un segno che “si nutre di suggestioni materiche, di tecniche miste, di manipolazioni cromatiche, ispirate sempre da un compresenza di lucidità e impulsività”. Rossi torna ad esporre nella “sua” Angri a ben 22 anni di distanza dalla collettiva “Alchimie materiche” a Castello Doria, mentre Izzo in passato ha trovato ospitalità nella galleria d’arte contemporanea “Centrozero”, diretta da Rossi fino al 1995.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©