Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Mozart Box Winter: attesa per l'omaggio a Chopin di Yundi


Mozart Box Winter: attesa per l'omaggio a Chopin di Yundi
29/02/2012, 10:02

C’è attesa per il concerto che dà il via alla programmazione di marzo del MozArt Box Winter 2012: domenica 4 (ore 18.00), infatti, la Sala Cinese della Reggia di Portici ospiterà l’esibizione di Yundi, pianista di grande spessore internazionale che arriva in Campania per l’ultimo dei tre concerti della sua tournèe italiana.

Primo artista cinese a vincere, appena diciottenne, il prestigioso Concorso “Chopin” di Varsavia nel 2000 (solo Pollini, prima di lui, si era imposto così giovane), il trentenne Yundi proporrà un programma dominato proprio dal repertorio chopiniano, con una scelta di Notturni e la Sonata n.2, cui, però, affiancherà anche quattro canzoni tradizionali cinesi.

Yundi è avviato allo studio della musica a soli tre anni, dedicandosi da principio alla fisarmonica. Solo un anno dopo, ha vinto il primo premio al Concorso di Chongqing per piccoli fisarmonicisti. Due anni dopo, il suo maestro lo presenta a Dan Zhao Yi, uno dei più illustri insegnanti di pianoforte in Cina, con cui studierà per nove anni. Nel 1994, entra nella Junior High School associata con l'Accademia di Musica del Sichuan. Ottiene moltissimi premi in varie competizioni: Concorso per giovani pianisti a Pechino; primo premio al Concorso Internazionale “Stravinsky”, negli Stati Uniti; terzo, nel 1999, al Concorso Internazionale “Franz Liszt” di Utrecht e primo premio al Concorso Internazionale “Gina Bachauer”, sezione giovani. Nell'ottobre del 2000 partecipa a Varsavia alla 14ª edizione del Concorso Internazionale “Frédéric Chopin”, la più importante e selettiva competizione pianistica al mondo . E’ il primo partecipante a vincere la "Medaglia d'Oro" dopo 15 anni, il più giovane vincitore, oltre che il primo cinese, nella storia del concorso. Subito dopo sceglie di vivere e studiare ad Hannover, presso la Hochschule für Musik und Theater. Attualmente risiede a Hong Kong. È invitato ad esibirsi presso le maggiori istituzioni musicali di tutto il mondo: dal Musikverein di Vienna alla Gewandhaus di Lipsia, dalla Filarmonica di Berlino alla Carnegie Hall di New York e al Marinskij di San Pietroburgo.

Ha suonato con l’Orchestra di Philhadelphia, con la NHK Symphony Orchestra, con i Wiener Symphoniker e con la New York Philharmonic, collaborando con Seiji Ozawa, Lorin Maazel, Riccardo Chailly, Gustavo Dudamel, Leonard Slatkin, Andrew Davis.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©