Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Al Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore

Museando, Il museo è un gioco da ragazzi


Museando, Il museo è un gioco da ragazzi
11/10/2010, 17:10

Chi ha mai detto che in un museo ci si annoia? Quanti giochi si possono inventare tra mura piene di storia?

È con questo spirito che prende il via “Museando”, l’iniziativa voluta dalla Exit Communication con lo scopo di aprire le porte del suggestivo Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore di Napoli a bambini e adolescenti.
Sabato 16 e domenica 17 ottobre, dalle ore 11:00 in poi i visitatori più piccoli verranno accolti da un ricco programma di iniziative e laboratori, alla scoperta della storia di uno dei luoghi simbolo del centro storico partenopeo. Ma la due giorni sarà anche l’occasione per vivere in modo innovativo gli spazi museali, stimolando la fantasia dei ragazzi accompagnandoli in un percorso di gioco e di conoscenza.

Tutte le attività, nonché l’ingresso, saranno gratuite per i ragazzi fino a 12 anni (su prenotazione). Per gli adulti, biglietti d’ingresso invariati a nove euro.

Saranno tre le principali attività proposte:

Innanzitutto “Un giorno a corte con Ferdinando e Carolina” (3-10 anni), pièce teatrale interattiva che vedrà i ragazzi spettatori di un uno dei soliti battibecchi tra il re Ferdinando e la regina Maria Carolina di Borbone, che in seguito li coinvolgerà in un divertente ballo di corte nella magnifica Sala Sisto V del complesso. Sopraggiungerà il re Ferdinando che inviterà i presenti a partecipare ad una visita negli scavi archeologici di San Lorenzo.

Sono, inoltre, previsti diversi laboratori didattici. Con “Riproduciamo uno scavo archeologico” (8-12 anni), a cura di Davide Petrone, i partecipanti impareranno a lavorare come veri archeologi, usando gli strumenti degli studiosi e riportando alla luce pezzi di storia, in modo da scoprire gli stili di vita del passato.
Le tecniche artigianali saranno invece al centro del laboratorio “Antiche e moderne manualità” (6-12 anni), a cura di Marina Mattia Pascali, in cui i bambini proveranno a costruire vasi e oggetti rifacendosi alla maestria di altri tempi.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©