Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

25ma edizione della rassegna del miglior live d'autore

Musica: ai Subsonica il Premio “Riccio d'Argento”


Musica: ai Subsonica il Premio “Riccio d'Argento”
28/08/2011, 11:08

CATANZARO  - Il 'Riccio d'Argento' di 'Fatti di Musica 2011', è' stato assegnato ai Subsonica la 25/ma edizione della rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna. La giuria, composta da promoter musicali e giornalisti, ha attribuito ai Subsonica il Premio Migliore Band dell'anno per l'album 'Eden'. Il riconoscimento, realizzato dall'orafo calabrese Gerardo Sacco, sara' consegnato l'11 settembre a Catanzaro, in occasione del concerto che la band terra' a conclusione della Notte Piccante 2011.
I Subsonica sono un gruppo musicale alternative rock italiano nato a Torino nel 1996. Nella loro carriera hanno pubblicato 6 album in studio e venduto complessivamente circa 400 000 copie di dischi oltre a numerosi premi e riconoscimenti quali Premio Amnesty Italia, MTV Europe Music Award, Premio Italiano della Musica, Italian Music Awards, Premio Grinzane Cavour ed una partecipazione al Festival di Sanremo. I Subsonica si formano nell'estate del 1996, unendo alcuni fra i migliori esponenti della scena musicale alternativa torinese. Max Casacci chitarrista e abile manipolatore di suoni era stato uno dei componenti del gruppo reggae Africa Unite, Boosta e Samuel suonavano insieme negli Amici di Roland. Ninja, dopo un'esperienza nei Karamamma e nei Base ed altre formazioni minori, suonava la batteria come musicista professionista seguendo in tour Ornella Vanoni. Pierfunk aveva collaborato in numerosi album di artisti italiani, fra i quali Loredana Bertè e Marcella Bella. Per il nome, Samuel propose Sonica, come una canzone dei Marlene Kuntz, mentre Max propose Subacqueo, titolo di una canzone che aveva scritto con gli Africa Unite. Per conciliare i due, la ragazza di Max pensò di unire i due nomi creando così la parola Subsonica. Un loro primo demo autoprodotto, contenente 5 brani, consente loro di firmare il contratto con la casa discografica Mescal.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©