Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Musica: Conto alla rovescia per Renato Zero ad Eboli


Musica: Conto alla rovescia per Renato Zero ad Eboli
17/11/2009, 11:11


SALERNO - “Riparte da Zero” la musica al PalaSele di Eboli. Dopo il grande exploit di Gianna Nannini, il Palazzetto della Piana si appresta a riabbracciare, dopo cinque anni di assenza dalle scene salernitane, il mitico Renato Fiacchini, noto ai più come Renato Zero. Andati letteralmente a ruba i biglietti per il concerto di giovedì 19 novembre, sold out già in prevendita, i sorcini rimasti a bocca asciutta potranno accaparrarsi gli ultimissimi biglietti ancora disponibili per la replica di venerdì 20. E se “Non è mai facile un ritorno” come lui stesso intona nel suo ultimo singolo “Ancora Qui”, il poeta è pronto a smentirsi da solo, forte del grande entusiasmo che attende il suo live show “Zeronovetour”: oltre due ore e quaranta minuti di musica-spettacolo racchiuse in 26 brani che attraverseranno quarant'anni di storia musicale, e durante il quale sicuramente non mancheranno le stoccate in perfetto stile romanesco alla società, i suoi vizi, le sue manie e le sue finte mode e tendenze.
In un gioco di luci e colori, con immagini multimediali sullo sfondo di un palco impreziosito da una scenografia di ventagli-vele colorati, Renato darà anche libero sfogo al suo egocentrismo cambiandosi sette volte d’abito. Sul palco, oltre ai musicisti della band, verrà schierata un’orchestra d’archi diretta da Renato Serio.
Il cantautore capitolino, che approda ad Eboli archiviando un triplo disco di platino, oltre 250.000 copie vendute in 4 mesi, e diciassette concerti sold out in prevendita in circa trenta giorni, viaggerà sulla scia del successo di “Presente” (arrangiato da Danilo Madonia, registrato da Madonia, Chris Porter e Maurizio Parafioriti), disco che vanta la collaborazione di illustri musicisti e compositori come Gianluca Podio e Maurizio Fabrizio, Lele Melotti (batteria), Paolo Costa e Mickey Feat (basso), Phil Palmer (chitarre), Fabrizio Bosso (tromba), Stefano Di Battista (sax), Rosario Jermano (percussioni) e lo stesso Danilo Madonia (piano e tastiere).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©