Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Musica da camera per porre “fine agli affanni” sulla punta estrema del Golfo di Napoli


Musica da camera per porre “fine agli affanni” sulla punta estrema del Golfo di Napoli
05/07/2012, 12:07

Musica da camera per porre “fine agli affanni” sulla punta estrema del Golfo di Napoli, in cima alla collina che ancora oggi porta il nome di Posillipo scelto nel I secolo a.C. da Publio Vedio Pollione per la sua villa. Un luogo che ha attratto artisti dalla metà del Seicento sino ad oggi come Trabaci e Sabini con Gesualdo da Venosa (Le Delizie di Posillipo, boscarecce e marittime, 1620), Horatio Suzanna, Scarlatti (La Serenata Marittima per il passaggio a Posillipo, 1696), Pergolesi, Millico, Donizetti, Listz, Parish Alvar, Thalberg, Debussy, Martucci, Tosti.



Posillipo come ispirazione di un repertorio poco noto: brani inediti custoditi nelle biblioteche partenopee che omaggiano il fascino del luogo ed hanno contribuito alla formazione di una sorta di genere musicale che la prima edizione del festival Nuits d'été à Pausilippe, ispirata a “Les nuits d’été à Pausilippe” (raccolta di Gaetano Donizetti pubblicate nel 1836 a Napoli) si propone di divulgare in un felice connubio tra natura, archeologia ed arte.



La rassegna, per la direzione artistica di Françoise Vidonne, ospita nella Villa Imperiale del Parco Archeologico del Pausilypon emozioni musicali al calar del sole nei due teatri del sito dotati di un’acustica straordinaria e naturale con melodie tratte dal repertorio classico.

Dal 7 luglio al 4 agosto, tutti i concerti della durata di 60 minuti, saranno tenuti al tramonto (dalle 18,30) senza utilizzare illuminazione artificiale né sonorizzazione, nel rispetto assoluto della sostenibilità dell'area archeologica. "Abbiamo deciso di puntare sull'essenza del luogo, senza infrastrutture che possano alterare la bellezza dell'area", spiega Maurizio Simeone, responsabile del Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus, curatore dell'evento.



Apre il festival sabato 7 luglio, un napoletano d’eccezione, il pianista Aldo Ciccolini con un concerto di beneficenza: il ricavato dell'esibizione sarà devoluto a sostegno delle cure per i bambini leucemici dell’Ospedale Santobono Pausilipon per l’Associazione Carmine Gallo Onlus. Il maestro, grande interprete partenopeo celebre nel mondo, sarà affiancato da Paloma Kouider in un Recital Piano intitolato “Rends moi le Pausylippe et la mer d’Italie…”.

(Ingresso: Grotta di Seiano - Discesa Coroglio 36, Napoli - primo concerto 35 euro + 2 euro di prevendita)



Il cartellone in programma ospita nomi di primissimo rilievo, tedeschi, bulgari, italiani e francesi: da Claudio Brizi ad Ivan Donchev.



Il programma nel dettaglio



7 luglio_ “Rends moi le Pausilippe et la mer d’Italie…” - Concerto di beneficenza-Récital piano Paloma Kouider e M° Aldo Ciccolini



13 luglio_ “Un sueño en la Floresta” Récital chitarra Francesco Scelzo



15 luglio_ “Suite napolitaine” Récital piano Ivan Donchev



17 luglio_ “Sérénade italienne” Quatuor Zaide



29 luglio_ "La Pastorale" Récital piano Paloma Kouider



30 luglio_ “Medlodia, Crepusculo” Récital Trio Karénine



1 agosto_ "Nell'indaco mar di Pausilipo tramonta il sole" Récital Duo Rodde Gockel



4 agosto_ “Nuits d’été à Pausilippe” Récital claviorgano Claudio Brizi

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©