Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Musica e sicurezza stradale: l’Aci Napoli lancia una campagna di sensibilizzazione


Musica e sicurezza stradale: l’Aci Napoli lancia una campagna di sensibilizzazione
09/07/2009, 16:07

Nell’ambito dell’XI Festival Internazionale di Musica Etnica “Sentieri Mediterranei”, in programma a Summonte, dal 10 al 12 luglio prossimi, l’Automobile Club Napoli lancerà una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale “Sentiero vitale: se bevi non guidare”. L’iniziativa prevede, nella serata conclusiva della manifestazione che si chiuderà con il concerto della rock-star Bob Geldolf, la distribuzione di volantini e locandine di consigli e informazioni sull’incidentalità stradale.

“L’obiettivo - spiega il direttore dell’Aci Napoli, Antonio Coppola – è quello di far capire ai giovani che il divertimento, l’happening, la musica e qualsiasi altra forma di aggregazione sociale e di consumo del tempo libero non devono trasformarsi in tragedie, per sé e per gli altri”.

Per questo motivo, il direttore dell’Automobile Club, domenica 12, consegnerà una targa di ringraziamento al Direttore artistico della manifestazione, Enzo Avitabile, ed all’artista irlandese, Bob Geldolf, per l’impegno a favore del diritto alla sicurezza stradale e, quindi, alla vita.

“Bisogna sapere – prosegue Coppola - che l’alcol influisce sempre negativamente sulle prestazioni psicomotorie e sulle capacità di guida. Non esistono limiti di basso consumo da considerarsi più sicuri: le abilità alla guida risultano compromesse anche a livelli di consumo molto bassi. Per questo motivo, da tempo stiamo promuovendo la figura del cosiddetto <Guidatore designato>, ovvero colui che sceglie di rimanere sobrio per riportare gli amici a casa”

Sebbene il Sud e la Campania non presentino un’emergenza alcol pari a quella riscontrabile in altre regioni italiane, soprattutto settentrionali, ciò non significa che il fenomeno sia da sottovalutare. Infatti, nella nostra regione, gli incidenti dovuti alla guida in stato di ebbrezza, nel 2007 (ultimo anno di rilevazione) sono più che raddoppiati rispetto all’anno precedente. I giovani continuano a rappresentare l’utenza più a rischio (oltre il 41% dei morti ed il 46% dei feriti ha meno di 30 anni), il periodo più fatale si conferma il weekend (la domenica per numero di morti – 74 – ed il sabato per incidenti - 1.630 - e feriti - 2.470), mentre nelle ore notturne dei fine settimana si registra il più elevato tasso di mortalità (4,3 morti ogni 100 sinistri).

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©