Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Musica: parte il Baia Domizia Blues Festival


Musica: parte il Baia Domizia Blues Festival
15/07/2010, 17:07


NAPOLI - Sta per ripartire il Baia Domizia Blues Festival, la kermesse di respiro internazionale di musica e cultura blues giunta quest’anno alla quinta edizione. Si parte sabato 17 luglio alle ore 21,25 nella piazza del Centro con l’esibizione di Mark Pellegrino trio che porterà in scena il groove rilassato e genuino della migliore tradizione afroamericana. Famoso per aver suonato con nomi del calibro di Phill Bennet, Andy Martin e Larry Ray, Mark Pellegrino ha all’attivo due dischi e tre compilation realizzate con i Dago Red con i quali calca i palchi dal 1998. Il trio farà da apripista al sound multietnico della Danielia Cotton band che regalerà al pubblico di Baia Domizia una elegante performance fatta di soul, folk, blues e jazz. In chiusura la tradizionale jam session. Il palco del Festival tornerà ad illuminarsi domenica 18 luglio con il blues acustico del Trio Catalitico di Francesco Sansalone (voce), Massimo Moccia (chitarra) e Lello Petrarca (basso). A seguire, direttamente da Chicago, l’americana Katherine Davis – figlia e nipote d’arte (suo nonno Earl Campbell si esibì con Louis Armstrong) - affiancata dagli italiani Pippo Guarnera, Luca Giordano e RobertoVilla. Il Baia Domizia Blues Festival riprenderà poi il 23, 24 e 25 luglio con artisti del calibro di Francesco Piu, Matthew Lee, little Paul Venturi, Sherman Robertson, Dr. Sunflower e la sua jug band, Shawn Pittman and Andy Just. ‘L’intento di questa rassegna promossa dalla Provincia di Caserta – spiega il direttore artistico Domenico Spena – è quello di creare un ponte ideale tra il fiume Mississippi, patria di origine della ‘musica del diavolo’ , e il delta del Garigliano. Un ponte che possa mettere in comunicazione il Sud degli Stati Uniti d’America, e in particolare la Louisiana, con il litorale domizio alla ricerca delle radici storiche delle note blues. Tutto ciò attraverso un cartellone di rilievo internazionale in grado di soddisfare anche i palati più esigenti’.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©