Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Napoli, Andrea Padova apre i concerti di primavera


Napoli, Andrea Padova apre i concerti di primavera
04/04/2011, 16:04

Al via la XIII edizione dei CONCERTI DI PRIMAVERA, rassegna organizzata dalla Comunità Evangelica Luterana di Napoli presieduta da Riccardo Bachrach, coordinatrice artistica Luciana Renzetti. Quattro i concerti previsti quest'anno nella seconda tranche della rassegna.
Ad aprire il ciclo di appuntamenti mercoledì 6 aprile, ore 20,30, alla Chiesa Evangelica Luterana di via Carlo Poerio, uno dei pianisti italiani più interessanti del momento che manca da Napoli da molti anni: Andrea Padova, musicista che si è imposto all’attenzione della critica internazionale nel 1995 dopo aver vinto “J.S.Bach Internationaler Klavierwettbewerb. Da allora Padova ha iniziato una carriera internazionale che lo ha portato a debuttare alla Carnegie Hall di New York nel 1998 e nei più importanti teatri del mondo. Nel 2008 ha debuttato anche al Teatro alla Scala con l’Orchestra Sinfonica del Teatro conquistando il pubblico e la critica. Il "Washington Post" ha recentemente scritto di lui: "Andrea Padova trasforma il suono in poesia. Il suo virtuosismo, dispiegato con sensibilità, risuona ad ogni battuta...". Ai Concerti di Primavera suonerà di Johann Sebastian Bach Aria Variata alla Maniera Italiana BWV 989 e Concerto Italiano BWV 753; di Wagner –Liszt “Elsas Traum” (Lohengrin), “Spinnerlied” (Der fliegende Holländer), “O, du mein holder Abendstern” (Tannhäuser) e di Verdi – Liszt “Danza sacra e Duetto finale” (Aida), Reminescenze da Boccanegra (Simon Boccanegra).
Mercoledì 13 aprile il secondo concerto con protagonisti degli abituè della rassegna evangelica luterana: i fratelli Auletta Giuseppe e Giovanni, tenore e pianista con il violinista Paolo Coluzzi che presenteranno Malia Il Salotto di Francesco Paolo Tosti. Una serata interamente dedicata al compositore abruzzese che “inventò” la romanza da camera, così definita perchè eseguita nelle case o nei salotti della borghesia o dell'aristocrazia con l'accompagnamento del pianoforte. Tosti fu anche pianista da camera di Margherita di Savoia e a Londra, dove si trasferì in un secondo momento, di Edoardo VII. Ai Concerti di Primavera si ascolteranno, anche per gentile concessione dell'Istituto Tostiano di Ortona, dei brani tratti da alcuni manoscritti inediti e alcune delle romanze più note, nonchè dei testi di poeti da lui musicati come A' Vucchella di Gabriele D'Annunzio.
Mercoledì 20 aprile serata finale del Concorso nazionale di composizione arrivato quest'anno alla XI edizione. A decretare i vincitori una giuria composta da Patrizio Marrone (direttore del Conservatorio di San Pietro a Majella), Carlo Galante, Gaetano Panariello e Carlo Forni (compositori) e Daniele Spini (critico musicale).




Il Gruppo vocale, diretto da Carlo Forni che eseguirà i brani finalisti sarà composto da i soprani Minni Diodati e Rosalia La Volpe, i contralti Vincenza Cardone e Tiziana Fabricatti, i tenori Andrea Campese e Roberto Franco, i bassi Raffaele Alfano e Angelo Florio. Al pianoforte Vincenzo Caiazzo. Due i premi che saranno assegnati: il Premio della giuria (votato dalla giuria tecnica) e il Premio Franco Caracciolo (votato dalla giuria popolare).
I Concerti di Primavera si chiuderanno il 26 aprile con un concerto per mandolino e pianoforte, protagonisti due giovanissimi musicisti Raffaele La Ragione e Giacomo Ferrari di 25 e 26 anni che suoneranno musiche di Nicola Calace, Nicola d'Arienzo, Andrea Dini, Gennaro Napoli, Luigi Denza, Alfonso Castaldi, Luigi Romaniello, Carlo Acton, Carlo Munier.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©