Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

NAPOLI CABARET FESTIVAL: BUONA LA PRIMA


NAPOLI CABARET FESTIVAL: BUONA LA PRIMA
11/07/2008, 11:07

Conclusa la prima giornata del Napoli Cabaret Festival 2008; con "Napoli Comica" sul palco si sono confrontate le nuove leve del cabaret napoletano come Ciro Giustiniani, Mariano Bruno, Ivan e Cristiano, il duo Arteteca con i cabarettisti più amati dai napoletani, e non solo, i DuexDuo, Lello Musella, Nello Iorio, Nando Varriale, Salvatore Gisonna, Enzo Fischetti, Maria Bolignano, il trio Ardone-Peluso- Massa.

Una suggestione particolare quella che il Napoli Cabaret festival, quest'anno giunto alla settima edizione, dona agli spettatori, sia per la location, sia per l'alternanza di stili proposti dagli artisti che anche se spaziano tutti nello stesso genere, il cabaret, garantendo così al pubblico tre ore di divertimento di qualità.
La serata è stata condotta da Fatima Trotta, giovane rivelazione della stagione invernale del Tam Tunnel Comedy club, già conduttrice di "Si…pariando", che con padronanza di scena e molta spontaneità, ha brillantemente traghettato artisti e pubblico durante tutta la serata.
La comicità di Ciro Giustiniani è dirompente come la sua mole; battute a raffica sulla società che ci circonda, sulle abitudini distorte del genere umano: un giovane con una grande padronanza scenica. Da segnalare tra i giovani anche Mariano Bruno con la sua comicità molto coinvolgente.
La serata, studiata in tutti i dettagli dal direttore artistico Nando Mormone, è stata ben miscelata con le improvvise incursioni sul palco di Lello Musella con le sue improbabili canzoni, hanno evidenziato, ancora una volta, le capacità di questo artista.
Enzo Fischetti e Nando Varriale sono dei beniamini del pubblico e la loro entrata in scena viene accolta sempre con grande entusiasmo grazie alla loro comicità sempre garbata, attingono spunti dalla realtà che li circonda e li riportano sulla scena, con la maestria comica che li contraddistingue: il Napoli cabaret festival è uno dei palcoscenici che prediligono!
La hit irriverente del dj Galeazzo proposta da Salvatore Gisonna è stato uno dei momenti più apprezzati dal pubblico.
La bravura di Maria Bolignano non ha confini: una esibizione quasi intimista la sua davanti ad una platea, non solo "estiva", ma composta da quasi ottocento persone, una scelta difficile, non per un'artista come lei che spazia tra cinema, televisione e teatro, con garbo e raffinatezza.
I no global proposti dal trio Ardone-Peluso-Massa, con la loro carica e grinta, hanno convinto la vasta platea, sia per i contenuti proposti che per la messa in scena; il finale che propone il trio è esilarante, ed evidenzia la loro capacità, oltre che sul palco, anche come autori dei testi.
L'ultima esibizione è stata quella di Nello Iorio nei panni del nonno.
Gran finale con tutti i comici sul palco, ma il trio APM, non ancora appagato, ha "cacciato" tutti e si è esibito in medley delle sue canzoni ironiche: il modo migliore per concludere "Napoli comica".
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©