Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Napoli, centro studi Castelcapuano: convegno Processo penale e Mass Media


Napoli, centro studi Castelcapuano: convegno Processo penale e Mass Media
11/01/2011, 10:01

sabato 15 gennaio, ore 9.30, presso il Saloncino dei Busti (Castel Capuano) presenta il convegno PROCESSO PENALE E MASS-MEDIA. I NTERVENGONO: Mario Ruberto, presidente Centro Studi Castel Capuano, Michele Scudiero, ordinario di diritto costituzionale presso l’Università Federico II di Napoli Aldo De Chiara, procuratore aggiunto della Repubblica di Napoli. Roberto Napoletano, direttore de Il Messaggero. Ed ancora Antonio Buonajuto, presidente della Corte di Appello di Napoli, Luigi Mastrominico, avvocato generale c/o Corte di Appello di Napoli, Francesco Caia, presidente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Il Centro studi “Castelcapuano” dal 2009 svolge un’attività di studio e di ricerca sui provvedimenti giurisdizionali, tenendo anche conto degli aspetti sociali e culturali. Durante il convegno saranno dibattuti temi che attengono all’irrinunciabile libertà di stampa in tutti i suoi aspetti, al doveroso rispetto del segreto delle indagini penali; in più si analizzerà l’ambito entro il quale è giusto esercitare il diritto- dovere di cronaca giudiziaria. Il leit-motiv che ha spinto il Centro studi a dare vita al convegno dal titolo Processo Penale e mass-media si riallaccia alla recente cronaca giudiziaria riguardante fatti gravissimi e penalmente rilevanti. Basti pensare al caso di Avetrana, a quello attuale di Yara e prima ancora a quello di Cogne, tutti esempi di eccessi mediatici. <Si assiste sempre più – ha dichiarato l’avvocato Mario Ruberto, presidente Centro Studi Castel Capuano - ad una violazione delle regole deontologiche che presiedono al corretto svolgimento delle funzioni da parte di tutti i professionisti interessati alla celebrazione di un processo penale; tra questi professionisti vi sono certamente anche i giornalisti, i magistrati inquirenti e giudicanti, e noi avvocati difensori>.  All’incontro prenderanno parte numerosi professionisti, giornalisti, magistrati, avvocati. Le relazioni saranno svolte oltre che dall’avvocato Mario Ruberto anche dal professore Michele Scudiero, dal dottore Aldo De Chiara e dal dottore Roberto Napoletano.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©