Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Napoli, Cuncordu e Tenore di Orosei al Maggio della Musica


Napoli, Cuncordu e Tenore di Orosei al Maggio della Musica
18/10/2013, 10:46

NAPOLI - Domenica 20 ottobre alle ore 11.00 presso la Veranda Neoclassica di Villa Pignatelli, il Maggio della Musica ospita in concerto il Cuncordu e Tenore di Orosei. Custode fedele dell’eredità ricevuta dai cantori anziani, il gruppo simbolo della tradizione musicale sarda, affermatosi a livello internazionale in circa venti anni di attività, eseguirà nelle suggestive modalità di canto che nel paese di Orosei sono rimaste intatte nel tempo, una serie di canti popolari sacri (a cuncordu) e profani (a tenore), rispettivamente in latino e in lingua, che spaziano dal tema religioso alla serenata d’amore. Nato nel 1995 e con all’attivo nove incisioni discografiche, Cuncordu e Tenore di Orosei è attualmente composto da Tonino Carta, voche del tenore, Gian Nicola Appeddu, cronta del tenore e del cuncordu, Mario Siotto, bassu del tenore e del cuncordu, Piero Pala, mesuvoche e voche del tenore e del cuncordu, Massimo Roych, voche del cuncordu e suonatore di pipiolos e benas. Apprezzato dalla critica per la sua particolare vocalità, il Cuncordu e Tenore di Orosei si è esibito in Italia e all’estero sia come interprete rigoroso della tradizione della sua terra d’origine, sia come formazione aperta alla contaminazione con altri generi musicali. Numerose e celebri sono infatti le collaborazioni del gruppo, tra cui quelle con il violoncellista olandese Ernst Reijseger, con il percussionista scozzese Alan “Gunga” Purves, e ancora con Marcello Fois, Vittorio Montis, Riccardo Dapelo, Diederick Wissels, Nguyen Le, il Kammerchor RIAS di Berlino e Paolo Fresu. Nel 2004, con Reijseger e Mola Sylla, straordinaria voce senegalese, il gruppo ha registrato le musiche per due film del regista tedesco Werner Herzog: “The White Diamond” e “The Wild Blu Yonder”, quest’ultimo vincitore del Premio della Ciritica 2005 alla biennale di Venezia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©