Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Napoli, domani giornata di studio "SUD Contemporaneo:Progetto per una Rete"


Napoli, domani giornata di studio 'SUD Contemporaneo:Progetto per una Rete'
03/12/2012, 10:08

 

Martedì 4 dicembre 2012 a Napoli, Museo di Capodimonte, si svolgerà una prima giornata di confronto e di dibattito a livello nazionale tra istituzioni ed amministrazioni pubbliche, fondazioni ed esperti,  dal titolo Sud Contemporaneo: progetto per una Rete.

 

L’incontro è promosso e organizzato dal Direttore Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, Maddalena Ragni, e dal Soprintendente per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Napoli, Fabrizio Vona, con il coordinamento scientifico di Maria Grazia Bellisario, Direttore del Servizio Arte e Architettura contemporanee della DG PaBAAC, e di Angela Tecce, Direttore di Castel Sant’Elmo.

 

Nel corso della giornata si alterneranno momenti di confronto e di dibattito tra rappresentanti di Amministrazioni, Istituzioni, Università e  Fondazioni. Una efficace piattaforma di dialogo e scambio che possa fornire le indicazioni metodologiche e operative per la costituzione di un modello di Rete che, a partire dalle regioni del Sud Italia, potrà estendersi, per fasi successive, ai territori del Centro-Nord e, comunque, mantenere un attivo e costante rapporto con altre realtà nazionali e internazionali.

 

La giornata rappresenta, dunque, un momento di discussione sulle tematiche relative al contemporaneo, con particolare attenzione alla realtà del Sud d'Italia e verranno discussi gli esiti dello Studio per la definizione di una rete dell’arte contemporanea nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, promosso dal Servizio Architettura e Arte contemporanee e realizzato da Cles e Civita.

In tale ottica, lo scorso ottobre, a seguito della recente pubblicazione (edizione 2012) de I luoghi del contemporaneo - promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con l’obiettivo di fornire un’ampia ricognizione di siti che operano nel settore del contemporaneo sull’intero territorio nazionale -, è stato costituito a Roma un tavolo di lavoro interregionale ed interistituzionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©