Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Napoli e la sua vocazione turistica se ne discute venerdì alla Camera di Commercio


Napoli e la sua vocazione turistica se ne discute venerdì  alla Camera di Commercio
23/04/2011, 10:04

L’associazione “Napoli e la sua vocazione turistica” ha organizzato la tavola rotonda del 29 aprile prossimo per celebrare il 22° anniversario della sua fondazione. L’incontro grazie alla cortesia ed alla disponibilità del Presidente Maurizio Maddaloni si terrà presso la sala convegni della Camera di Commercio di Napoli. Il tema “Napoli ed il turismo fra realtà e percezione” sarà introdotto e sviluppato dalle relazioni introduttive di : Amedeo di Maio (Università degli Studi di Napoli l’Orientale),Rosa Narie Delle Quadri (Università degli Studi di Napoli l’Orientale), Xiaaling Song (Università degli Studi di Napoli l’Orientale), Maurizia Sacchetti (Direttrice Istituto Confucio di Napoli),Nello Polese ( Presidente Ente Autonomo Volturno), Alfonso Ruffo ( Direttore del Denaro) e successivamente discusso con : Maurizio Maddaloni (Presidente Camera di Commercio di Napoli), Michael Burgoyne (console del Regno Unito), Antonio Maione ( Console della Colombia), Renata Gelmi( Preside ISIS Galilei di Napoli), Pasquale Gentile ( Vicepresidente Federalberghi Campania), Luciano Colella ( Consigliere Direttivo videometrò News Network), coordinato da Gian Franco Frassetto Presidente dell’associazione. Le finalità dell’associazione, che si proiettano sul turismo quale fonte di sviluppo economico e crescita culturale della città, ci hanno spinto verso i temi di maggiore attualità ed interesse per la nostra cittadinanza. Il confronto di idee fra soggetti attivi ed impegnati quotidianamente nel vivere i problemi della città e le voci e le opinioni di persone che dal di fuori si pongono in una visione meno diretta e coinvolgente, è sembrato utile per far emergere un contributo di proposte ed iniziative rivolte ad avviare un processo di cambiamento in senso positivo e di speranza per il futuro. Le sfide alle quali siamo destinati a breve richiedono impegno e lucidità di analisi oltre a capacità di azione, soprattutto in un settore strategico come il turismo miniera inesauribile di opportunità per il nostro territorio. A nostro avviso due obiettivi fondamentali devono essere perseguiti per ottenere i risultati che tutti sperano , il primo riguarda il ritorno alla “normalità”, intesa come riconquista delle posizioni di prestigio e considerazione che spetta alla nostra città per la sua storia e la sua cultura e che negli ultimi anni si è decisamente e notevolmente appannata; il secondo è di riuscire a proporre e sviluppare progetti di ampio e significativo respiro sui quali concentrare risorse e impegno delle forze migliori della città al fine di convogliare su di essa interessi e attenzioni. Questo è quanto la nostra associazione intende fare con azioni e proposte rivolte a sollecitare su questi temi l’intervento serio e partecipe delle istituzioni e dei soggetti pubblici e privati impegnati come noi verso queste finalità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©