Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Napoli e provincia: più accoglienza e sicurezza per i turisti


Napoli e provincia: più accoglienza e sicurezza per i turisti
09/02/2009, 16:02

Quattro progetti per un totale di 760mila euro: videosorveglianza in Circumvesuviana, riqualificazione e creazione di infopoint, uno dei quali gestito in via sperimentale da studenti


760mila euro per migliorare l’accoglienza turistica in quattro dei punti più “caldi” del territorio. Li ha stanziati l’Assessorato al Turismo della Provincia di Napoli, che con questo obiettivo ha pubblicato un bando per la realizzazione di opere in grado di garantire ai turisti maggiore assistenza, comfort e sicurezza.

Pubblicato sul sito internet della Provincia di Napoli (www.provincia.napoli.it), il bando ha prodotto proposte progettuali da parte di oltre venti soggetti. Tra queste sono state selezionate in base a precisi criteri di valutazione le prime quattro, che verranno finanziate e realizzate grazie ai fondi del Bilancio 2008.

Primo in graduatoria è risultato il Comune di Pompei, che ha presentato un progetto per la realizzazione di alcuni infopoint rivolti in particolare ai fedeli in visita al Santuario. Si tratta di “totem” e citofoni di emergenza diffusi sul territorio, attraverso i quali si potranno ottenere assistenza e informazioni turistiche. Queste strutture saranno integrate con il sistema di videosorveglianza già presente sul comune di Pompei.

Secondo è risultato l’Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento, che lavorerà su una triplice destinazione: la ristrutturazione della sede (un ex convento del ‘400), la creazione di un punto informazioni all’interno dell’edificio e la costruzione di una pedana corale destinata a manifestazioni e spettacoli. L’Istituto San Paolo è stato “premiato” anche per aver coinvolto i 150 studenti della scuola proprietaria del complesso, che in via sperimentale gestiranno l’infopoint.

Terzo si è piazzato l’EPT di Napoli. L’ente responsabile della promozione turistica sul territorio ha chiesto fondi da utilizzare per la riqualificazione dei punti informativi di Pompei e di Vico Equense, nonché per il miglioramento degli allestimenti e delle dotazioni strumentali di altri dieci punti infopoint disseminati tra Napoli e la provincia.

Al quarto posto c’è la Circumvesuviana, il cui progetto prevede il potenziamento di telecamere per la videosorveglianza nelle stazioni della linea Napoli-Sorrento, nonché l’utilizzo di 30 steward nelle principali stazioni della linea e sui treni, a partire, in via sperimentale, nel periodo che va dal 5 aprile al 5 maggio prossimi (a copertura del periodo pasquale e dei ponti di aprile-maggio), e in seguito nei week-end del periodo estivo, quando si rendono più necessari interventi di sorveglianza e di tutela dei passeggeri.
Nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta stamattina presso la sala “Mariella Cirillo” della Provincia di Napoli, Giovanna Martano, Assessora al Turismo della Provincia di Napoli (nella foto) ha espresso soddisfazione per gli interventi che saranno realizzati: «Si tratta di progetti che, puntando a qualificare i servizi erogati, hanno l’obiettivo di sanare alcune delle carenze che senz’altro esistono nell’accoglienza turistica – ha detto la Martano -. Stiamo finalmente mettendo a sistema una serie di interventi che aumenteranno in molti comuni la quantità e la qualità delle dotazioni infrastrutturali. In questa direzione stiamo lavorando con la Regione e l’Autorità Portuale per dotare anche il porto di Napoli di un punto informazioni: è giusto unire gli sforzi in modo che le varie iniziative possano completarsi tra loro».

«In questo contesto – ha proseguito l’Assessora al Turismo della Provincia di Napoli -, Sorrento sarà un luogo di sperimentazione: il fatto che l’Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento si sia aggiudicato una parte del bando permetterà ai giovani del posto di impegnarsi nella tutela e nella valorizzazione del territorio in cui vivono». Un plauso va anche alla Circumvesuviana, alla quale la Martano ha riconosciuto «grande dinamismo e capacità progettuale nel raccogliere le istanze sulla sicurezza che venivano dagli operatori turistici della costiera sorrentina».

A questo proposito, Ciro Accetta, Direttore Generale dell’Ente Autonomo Volturno, holding regionale dei trasporti, dice: «La Circumvesuviana ha una vocazione turistica incoraggiata dall’incomparabile bellezza paesaggistica e dalla rilevanza archeologica dei siti che attraversa e costeggia. La penisola Sorrentina, Ercolano, Pompei, attraggono ogni anno centinaia di migliaia di turisti – spiega Accetta – e i nostri treni rappresentano, da sempre, la valida alternativa al mezzo privato e al traffico atavico della statale sorrentina. Con il nostro progetto “Viaggia sicuro, rilassati e goditi il paesaggio” saremo in grado di offrire ai già numerosi turisti che si servono della nostra linea maggiore sicurezza ed affidabilità».

Alla conferenza stampa, con la Martano e Accetta sono intervenuti inoltre Dario Scalabrini, amministratore dell’EPT di Napoli; Giovanni Fusco, Assessore al Turismo del Comune di Pompei, e il prof. Mario Iacomino, preside dell' Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©