Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Napoli Film Festival - Da lunedì a New York c'è 41esimo Parallelo


Napoli Film Festival - Da lunedì a New York c'è 41esimo Parallelo
26/11/2011, 11:11

Ci sarà la figura di Dino De Laurentiis al centro dell’edizione 2011 di 41esimo Parallelo: Napoli incontra New York, la rassegna cinematografica che anche quest’anno porta il cinema italiano e le nuove promesse della settima arte made in Naples dall’altra parte dell’Atlantico.

Giunta alla sua VIII edizione la manifestazione, sostenuta dal Mibac ed in collaborazione con la Cineteca Nazionale, parte lunedì 28 novembre per concludersi venerdì 2 dicembre e si svolgerà tra il Lincoln Center, l’Istituto Italiano di Cultura e la New York University.

Proprio Casa Italiana Zerilli-Marimò, lo spazio italiano dell’università newyorchese, sarà una formidabile vetrina per i giovani talenti del nuovo cinema napoletano: nella serata di lunedì 28 novembre al pubblico americano saranno infatti proposti nove cortometraggi (in italiano con sottotitoli in inglese) che si sono distinti nella sezione “Schermo Napoli” della recente edizione del Napoli Film Festival che si è svolto a settembre a Castel Sant’Elmo. Si tratta di Jody delle Giostre (di Adriano Sforzi), DisAbili (di Angelo Cretella), 108,1 FM Radio (di Angelo e Giuseppe Capasso), Dulce (di Ivan Ruiz Flores), La currybonara (di Ezio Maisto), Le storie che invento non le so raccontare (di Francesco Lettieri), The story of a mother (di Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale), Travel companions a colori (di Ferdinando Carcavallo) e Il sogno di Gennaro (di Antonio Manco).

Due, invece, le serate dedicate al ricordo di Dino De Laurentiis. Martedì 29 novembre 41esimo Parallelo e la Film Society del Lincoln Center presenteranno infatti la proiezione de La grande guerra di Mario Monicelli, uno dei tanti capolavori firmati dal produttore italiano scomparso proprio nel novembre dello scorso anno. “A un anno dalla morte di Dino De Laurentiis – spiegano i direttori del festival Davide Azzolini e Mario Violini – ricordiamo a New York la sua figura attraverso la proiezione del film, grazie anche ad Aurelio De Laurentiis e alla Filmauro, e con una conversazione sulla sua figura, spaziando dai capolavori prodotti in Italia fino alla più che rimarchevole impronta da lui lasciata nel cinema americano con capolavori come Serpico o Velluto Blu”. Il 2 dicembre si svolgerà poi nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura di New York il panel “A Conversation on Dino De Laurentiis” con Scott Foundas della Lincoln Center Film Society, Antonio Monda (docente alla New York University) e il regista Francesco Zippel, il cui documentario Dino. sarà proiettato al termine della conversazione.

La rassegna nella giornata di mercoledì 30 novembre sarà invece incentrata sulla moda italiana, in particolare sulla tradizione dell’alta sartoria napoletana. Alla New York University ci sarà infatti l’incontro dal titolo “AdDRESSING Style” con Grazia d'Annunzio (responsabile dei progetti speciali per gli Usa di Vogue Italia) e Eugenia Paulicelli (docente di letterature italiana e condirettrice della Scuola di Studi sulla Moda di New York) seguito dall’anteprima del documentario "O' Mast", diretto da Gianluca Migliarotti, sull’arta sartoria di Napoli. Giovedì 1 dicembre la serata alla New York University sarà invece dedicata alla proiezione della copia restaurata da Criterion Collection di Catene, il dramma di Raffaello Matarazzo del 1949, seguito da una discussione con Stefano Albertini e Antonio Monda.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©