Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Napoli Film Festival: i premi


Napoli Film Festival: i premi
19/10/2011, 11:10

I premi della XIII edizione del Napoli Film Festival A cinque ore da Parigi vince la sezione Europa Mediterraneo Il loro Natale e La Colpa trionfano nelle sezioni di Schermo Napoli E’ il film israeliano A cinque ore da Parigi, il vincitore del concorso Europa-Mediterraneo nell’ambito della XIII edizione del Napoli Film Festival che si chiude oggi a Castel Sant’Elmo. Il film, diretto da Leon Prudovsky, è stato premiato dalla giuria composta dai produttori Simone Bachini, Emanuele Nespeca e Claudia Bedogni.  Sono invece il documentario Il loro Natale e il cortometraggio La Colpa i vincitori dell’edizione 2011 dellle due sezioni del concorso Schermo Napoli.

Il documentario di Gaetano Di Vaio sulle estenuanti attese delle donne per vedere i loro mariti rinchiusi nel carcere di Poggioreale è stato scelto dalla giuria composta da Franco Dassisti (giornalista e critico cinematografico), Diego Nunziata (editor e filmaker) e Sergio Visinoni (filmaker e membro di Lab 80 film).  La giuria ha anche assegnato la targa per il migliore documentario autoprodotto ad Antonio Longo per Midnight Bingo, mentre il premio “Avanti”, che prevede l’inserimento nel circuito distributivo Lab 80, è andato ad Ageroland di Carlotta Cerquetti. Il premio speciale della giuria è infine andato al doc Scena del Crimine di Walter Stockman. Tra i cortometraggi ha vinto invece La Colpa, il film sul pregiudizio razziale diretto da Francesco Prisco, con Gianmarco Tognazzi e Teresa Saponangelo, premiato dalla giuria compista da Giuseppe Borrone (critico e direttore del festival “A Corto di Donne”), Gennaro Maria Cedrangolo (direttore artistico del festival “Corto Nero”) e Antonella Stefanucci (attrice). La targa per il miglior corto autoprodotto è andato a Le storie che invento non le so raccontare di Francesco Lettieri. Una menzione speciale è andata a Ferdinando Carcavallo per il suo Travel Companions a colori ed una all’attrice Marina Cacciotti per l’intepretazione nel corto La Currybonara, di Ezio Maisto.

Per il concorso Schermo Napoli Scuola, riservato alle scuole secondarie della Campania, ha vinto il Liceo Scientifico Emilio Segrè di Marano Non è mai troppo tardi, di Salvatore Li Gatti, scelto dalla giuria composta da Gianpaolo De Rosa (consigliere V Municipalità Napoli), Francesca Licata (attrice, cantante e docente), Nunzia Schiano (attrice). Menzioni speciali a In Cattive acque, di Raffaele Capano (Istituto Comprensivo “Francesco D’Assisi” di Torre del Greco); Al Confine, di Mirko d’Alessio (Liceo Scientifico “Elio Vittorini” di Napoli) e Una ragazza e il suo sogno, di Stefano Moffa (Liceo Artistico di Marcianise, Ce). Per il nuovo concorso FotoGrammi ha vinto la foto Ferie d’agosto, di Assunta D’Urzo, ispirata al film Respiro di Crialese e premiata dalla giuria ompista da Fabio Donato (fotografo e docente di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti), Natascia Festa (redattrice del Corriere del Mezzogiorno), Gianni Fiorito (fotografo di scena). La foto di Assunta D’Urzo ha vinto anche il premio riservato agli Under35 messo in palio dal Corriere del Mezzogiorno. Menzioni speciali a Liliana Navarra per la foto L’occhio vitreo della pazzia ispirata al film portoghese Jaime, e ad Anna Serrato per Seta II, ispirato al film diretto da Baricco.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©