Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Nuove celebrazioni per il tricentenario del di Sangro

Napoli: "Gadget D'Autore" per il principe di Sansevero


.

Napoli: 'Gadget D'Autore' per il principe di Sansevero
26/03/2010, 16:03

NAPOLI - Continuano le iniziative del Comitato per le celebrazioni del tricentenario della nascita di Raimondo di Sangro principe di Sansevero. Presentata al Pan di Napoli "Gadget D'Autore" uno dei volti di Sansevero Lab. Gadget D'Autore  è un progetto che accompagna l’apertura del Sansevero_LAB.  Dieci artisti hanno risposto all’invito, rivolto loro da Notgallery e alóς, di creare "supporti" o "meccanismi" per la divulgazione internazionale della storia della città, legata a quella della Cappella Sansevero e del suo ideatore. I prototipi di gadget saranno esposti al Pan per due settimane.
Successivamente sarà valutata la possibilità di inserirli in un circuito commerciale. Poiché l’artista mai perderà la titolarità di ciò che avrà ideato, l’ispirazione di questo alla Cappella Sansevero darà solo occasione alla circolazione di un’opera d’arte contemporanea. Così come per le principali pubblicazioni di alóς, per tutti i lavori che riscuotessero grande interesse da parte del pubblico che avesse visitato la Cappella, sarà valutata la possibilità di distribuirli in un circuito nazionale.
Forse non tutti sanno che uno delle ipotesi per l’etimologia del termine "Gadget" è quella che fa derivare il sostantivo dal nome della ditta francese Gaget, Gauthier & Cie, che fuse la Statua della Libertà e, mettendo sul mercato miniature della statua stessa, le appellava col primo dei tre nomi della ditta (Gaget, poi americanizzato in Gadget). Proprio la diffusione di quel "primo" gadget ha contribuito a diffondere la fama della cultura americana in Europa e ad imporne quella statua come il simbolo. Tuttavia il concetto di gadget ha subito successivamente un impoverimento semantico, andando a denotare oggetti a basso costo che serbano soltanto memoria o ricordo di ciò che rappresentano, senza nessun riguardo per la qualità della fattura o l’innovazione della forma o dell’aspetto. Il presente progetto non mira a creare dei gadget per il Museo Cappella Sansevero. Piuttosto il LAB mira alla rigenerazione del concetto di gadget, intendendo dare risalto al messaggio da trasmettere attraverso ogni cosa prodotta e all'innovazione della sua forma o del suo aspetto. Ogni manufatto o meccanismo sarà messo a punto con la stessa qualità e lo stesso rispetto dell'idea originaria con cui la Gaget, Gauthier & Cie realizzava ogni singola copia rimpicciolita della Statua della Libertà.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©