Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Svoltosi ieri presso la Camera di Commercio di Napoli

Napoli, grande partecipazione al “XX Premio Giovanni Luongo”


Napoli, grande partecipazione al “XX Premio Giovanni Luongo”
29/11/2010, 15:11

Anche quest’anno, per il ventesimo anno consecutivo, ha avuto luogo il “Premio Giovanni Luongo”, dedicato dalla CCIAA partenopea alla memoria del fondatore di Casartigiani Napoli, con il patrocinio del Capo dello Stato. Domenica 28 dicembre la Camera di Commercio di Napoli è stata eccezionalmente aperta al pubblico per accogliere più di 400 persone, l’occasione è stata l’assegnazione delle borse di studio ai figli degli artigiani e dei commercianti di Napoli e provincia, distintisi per meriti scolastici. Le borse di studio sono state 59 (150 euro per elementari e medie 300 euro per superiori ed università) inoltre consegnati anche 15 i riconoscimenti di Maestro Artigiano, sotto l’egida del Ministero dello Sviluppo Economico.
Grande è stata la partecipazione all’evento con 415 presenze tra imprenditori, studenti, sindaci di vari comuni tra cui Striano, Casoria, Boscotrecase. Al tavolo della presidenza, Francesco Balletta dell’Univeristà Federico II di Napoli, Luciano Luongo Presidente di Casartigiani Napoli, Maurizio Maddaloni presidente della Camera di Commercio, Rosa Russo Iervolino Sindaco di Napoli, Nicola Molfese Direttore Generale di Casartigiani Nazionale. Rosa Russo Iervolino, sindaco di Napoli: «Il Premio Giovanni Luongo promosso da Casartigiani e Camera di Commercio di Napoli si svolge da vent’anni e vede la mia assidua partecipazione da sette. Mi fa piacere prendere parte a questa suggestiva iniziativa che premia il merito scolastico e sprona i giovani allo studio. Questo premio fa parte ormai della vita civile della città, diffonde la cultura dell’Artigianato che è importante per non dimenticare un tradizione fatta di fantasia, gusto, creatività e libertà, concetti espressi perfettamente dagli Artigiani napoletani». Maurizio Maddaloni, presidente Camera di commercio di Napoli: «l’impresa Artigiana rappresenta un prezioso antidoto contro la suddivisione dei processi lavorativi, contro l’impoverimento delle attività con relativa perdita d’identità sociale. Eppure la rete diffusa di imprese Artigiane, in passato è stata sottovalutata nelle scelte di politica economica, rendendo difficile l’accesso al credito e complicando anche il rapporto con la ricerca, l’innovazione e l’internazionalizzazione. Ma non esiste sviluppo economico che possa prescindere dall’apporto prezioso delle piccole imprese come quelle Artigiane. Il premio Giovanni Luongo è un’iniziativa a cui va tutto il mio apprezzamento e da il suo prezioso contributo alla funzione economica e sociale dell’Artigianato grazie a Casartigiani che ne è promotrice». Mario Raffa assessore allo Sviluppo del Comune di Napoli:«Il ruolo dei maestri Artigiani che oggi in occasione del Premio Giovanni Luongo vengono premiati, va riconosciuto e valorizzato nell’insegnamento alle nuove generazioni. La formazione infatti deve avvenire in bottega perché nessuna scuola o docente, potrà mai trasmettere con lo stesso risultato, l’antica tradizione dei mestieri Artigiani. In questo senso vanno anche aiutate le imprese a nascere ed a svilupparsi». Fabrizio Luongo, Segretario Casartigiani Napoli: «sono grato che la Camera di Commercio contribuisca da anni a ricordare il fondatore di Casartigiani Napoli, l’intento del progetto è quello di premiare ed invogliare i giovani studenti a proseguire negli studi anche con esperienze fuori dalla Campania, ma auspicando ed incoraggiando a fare ritorno nel proprio territorio entrando nelle imprese di famiglia e facendo diventare la loro cultura un prezioso carburante per il consolidamento e lo sviluppo dell’azienda». Francesco Balletta – Università di Napoli Federico II – Presidente Centro Studi Artigianato: «Casartigiani investe da anni nei giovani, unica speranza di riscatto e sviluppo del nostro territorio e dell’economia. La loro passione, le loro energie ed i loro entusiasmi vanno assecondati ed incoraggiati come fa Casartigiani, affinché tutte le strade siano loro offerte, ma con la viva speranza che possano realizzare quel passaggio di testimone imprenditoriale modernizzando le piccole e medie imprese di cui il nostro territorio è particolarmente ricco».

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©