Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Dal 2 al 7 novembre va in scena De Ghelderode

Napoli: "La ballata del Re Capovolto" alla Galleria Toledo


Napoli: 'La ballata del Re Capovolto' alla Galleria Toledo
03/11/2010, 09:11

Il Colibrì, il Pendolo e Itinerarte presentano “La ballata del Re Capovolto” di Antonio Iavazzo alla Galleria Toledo dal 2 al 7 novembre, è liberamente ispirato all’Escuriale di Michel De Ghelderode. Il teatro dell’assurdo rivive ancora una volta nell’adattamento del regista napoletano e nella sua passione per il drammaturgo belga.
Gli attori Carmine Losanno, Marco Serra, Giuseppe De Nubbio, Cecilia Arzano, Vincenzo Nappi, Rosanna Pezzella, Aniello Garofalo, Francesca Saladino e Caterina Perretta  sono i protagonisti di uno spettacolo complesso e istintivo.
La storia è quella raccontata da De Ghelderode con sbuffi e sberleffi di corte in un palazzo in piena decadenza. In questa atmosfera grottesca, un re spagnolo del ‘500 scambia continuamente il suo trono con il buffone Folial, innamorato della regina moribonda e compie il “capovolgimento” delle parti che, nel 1927, l’autore formulò come j’accuse alla società corrotta e alla precarietà dei ruoli.
Repulsione, morte amore e inquietudine sono i tratti tipici del drammaturgo belga che Antonio Iavazzo recupera con forza e  risalta sapientemente nelle fantasmagorie e nell’eccesso. Per il regista napoletano, che pochi mesi fa ha portato in scena “La scuola dei buffoni” di De Ghelderode, si tratta di un “teatro totale che punta non solo alla ragione, ma ai sensi e alla visceralità dello spettatore, attraverso uno stile recitativo ed espressivo. Un teatro surreale e grottesco che anticipa i temi di Jarry, Artaud, Beckett e Genet. Un teatro dell’esagerazione, eppure un teatro di poesia sublime”.  

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©