Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Il libro di Capecelatro: quando la cucina è anche cultura

Napoli, la storia della città attraverso la sua cucina


Napoli, la storia della città attraverso la sua cucina
12/04/2011, 11:04

Si può conoscere Napoli non solo dagli scorci, dai locali e dai palazzi, ma attraverso la sua cucina? È questo il percorso creato da un eclettico autore, appassionato di teatro ed esperto in storia partenopea in “La cucina napoletana - La storia di una città attraverso la sua cucina”, un “libro dei sensi e un libro corale” perché a Napoli esserci e fare significano partecipare a una caotica vita sociale. “Fin dalle prime pagine camminiamo per le strade di Napoli e a ogni angolo, in ogni piazza incontriamo persone, profumi, richiami che evocano il cibo - racconta l'autore, Edmondo Capecelatro, napoletano doc - Uno scenario e un’interazione, quella cibo-cultura, che si ripete dalla Neapolis greca alla Napoli capitale e a quella attuale, con i loro personaggi: sovrani e vip golosi e pezzenti buongustai, zie cuoche formidabili, chef di corte, pittori, poeti”. Edmondo Capecelatro coglie in pieno questo spirito: la cucina non è solo cucina,è cultura. I suoi capisaldi sono gli ingredienti, doni di una terra e di un mare incredibilmente generosi, le festività, con i menu che affondano le radici nelle tradizioni popolari, i piatti celebri nel mondo, sinonimo di cucina italiana, ma anche il cibo ritratto nella pittura o reso mitico dal teatro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©