Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Conclusa l’edizione di artisti in residenza 2010

Napoli, PAN project party: Salvatore Elefante Michael Just Leo Marz Luana Perilli


Napoli, PAN  project party: Salvatore Elefante  Michael Just  Leo Marz  Luana Perilli
29/11/2010, 16:11

Il PAN | Palazzo delle Arti Napoli conclude la prima edizione del programma pubblico di residenze d’artista PAN Studios, con una serata di presentazione dei progetti: Le stanze flottanti della cultura, Scuola di periferia, NapoliConTatto: tre idee d’integrazione di Salvatore Elefante; Transformation, Manufacturing and the Productive Forces of Knowledge and Language: A Temporary Socio-Economic System for the Distribution of Meaning di Michael Just; Yet Unnamed, three exercises on contextual materiality di Leo Marz; Un bel dì vedremo..(e poi la nave appare) / One good day we'll see..(and then the ship appears) di Luana Perilli.
4 studi allestiti per un mese, per 4 artisti – selezionati dal comitato scientifico presieduto da Daniel Buren e costituito da Mariagloria Bicocchi, Graziella Buontempo, Giuseppe Merlino e Marina Vergiani – che espongono ipotesi d’interventi di arte pubblica nell’area di BAGNOLI.
I risultati delle ricerche - descritti in quattro videointerviste a cura del PAN e proposti attraverso materiali grafici, fotografici, audio, video ed altri documenti di progetto elaborati in questi mesi - raccolgono e sviluppano contenuti e spunti tematici che hanno maggiormente sollecitato il lavoro degli artisti durante la residenza pubblica al PAN. I concepts si offrono quale indagine sul significato stesso di spazio pubblico, spazio dell'opera e del luogo, sulle relazioni e le pratiche aperte tra arte e architettura, sulla partecipazione del pubblico e la processualità del momento creativo.
La lettura da parte degli artisti dei “luoghi del vivere”, e qui parliamo di un luogo/simbolo come Napoli, ha contribuito da sempre a disegnare le città nel loro sviluppo sociale e culturale e spesso a renderle “città d'arte”. Questa è l'occasione, promossa dall’Assessore alla Cultura Nicola Oddati, che il PAN offre ai partecipanti di queste residenze.
Gli studi restano aperti fino al 7 gennaio 2011, per un contatto ed un confronto con il pubblico cittadino, nella prospettiva di partecipare, con il sostegno delle istituzioni, alla costruzione di un progetto artistico pubblico e condiviso.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©