Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Napoli, rassegna "Pausilypon: suggestioni all'imbrunire”


Napoli, rassegna 'Pausilypon: suggestioni all'imbrunire”
10/09/2013, 10:15

NAPOLI - Ritorna a Napoli dal 14 settembre al 5 ottobre la celebre rassegna "Pausilypon: suggestioni all'imbrunire”. Dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto dalla IV edizione tenutasi nel mese di Maggio 2013, con oltre tremila presenze in otto serate, il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus, d’intesa con la Soprintendenza Speciale ai Beni Archeologici di Napoli e Pompei, ha deciso di proporre sette nuovi appuntamenti, grazie anche al sostegno dell'azienda Cupiello, l'Associazione Italiana Sommelier, l'A.R.IN., Pulimar Srl e R.C Impianti srl.
Questo nuovo calendario sarà arricchito dalla presenza di ospiti internazionali quali, la cantante e compositrice tunisina M’Barca Ben Taleb (primo appuntamento il 14 settembre) ed il regista olandese David Jentgens (29 settembre). Accanto a loro le melodie e la voce dell’avanguardia culturale del mondo teatrale e musicale napoletano con i Tricatiempo, Margherita Romeo, Elena Somma e Mariano Bellopede, solo per citarne alcuni. Novità di questa edizione autunnale sarà il debutto della nuova Orchestra Acustica del Pausilypon, un’ensamble di 14 elementi nata dalla passione di musicisti napoletani entrati in contatto in occasione delle passate edizioni, che farà il suo esordio il 5 ottobre con un omaggio ai ritmi ed alla cultura mediterranea e cubana. Come per le precedenti edizioni, gli introiti delle 7 serate, andranno a restituire alla fruizione pubblica il cosiddetto “Calidarium” del complesso archeologico del Pausilypon, un elemento architettonico di enorme rilevanza storico-archeologica, afferente alle terme superiori della villa imperiale, oggi inaccessibile. Il progetto sarà sviluppato dai ricercatori del CSI Gaiola Onlus, sotto la supervisione del Dott. Giuseppe Vecchio della SBANAP e vedrà la collaborazione di studenti e docenti delle principali università partenopee. Alla direzione artistica della rassegna il musicista Francesco Capriello e l’attore Stefano Scognamiglio.
Come sempre ogni appuntamento sarà preceduto da un’inconsueta visita guidata che accompagnerà gli ospiti in un crescendo di suggestioni fino all’incontro con gli artisti presso l’Odeion ed il Teatro dell’Antica Villa D’Otium di Publio Vedio Pollione. Un evento a tutto tondo che coniugherà archeologia, natura, musica e teatro in un luogo unico della città di Napoli ormai finalmente rinato e restituito alla collettività grazie alla consolidata sinergia d’intenti creatasi tra la Soprintendenza Archeologica, il Comune di Napoli ed il CSI Gaiola Onlus, associazione impegnata da dieci anni nella tutela e valorizzazione di questi luoghi dimenticati. Proprio nel segno della valorizzazione e rispetto del sito archeologico-ambientale questa rassegna da 4 anni fa sua l’imperativa scelta di non utilizzare allestimenti scenici, elettronici ed infrastrutturali che possano in qualunque modo alterare il fascino naturale del sito archeologico: un omaggio in punta di piedi alla straordinaria bellezza del Pausilypon, “il luogo dove finisce il dolore”, che ancora oggi restituisce intatta l’essenza stessa del suo nome.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©