Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Serata d’inaugurazione del nuovo progetto

“Napoli Show”: l’arte di essere a Napoli


“Napoli Show”: l’arte di essere a Napoli
31/03/2012, 10:03

NAPOLI - Il rilancio del territorio e del turismo in Campania non può non passare per la città di Napoli. È partendo da questo concetto che il “NapoliShow, Typical Neapolitan Experience” ha dato il via alla sua primavera partenopea con un evento d’eccellenza. Al Teatro Posillipo, nell’incantevole scenario della collina posillipina, celebre per la sua storia e per il paesaggio mozzafiato sul golfo, si è svolta la serata d’apertura (Gran Galà del Turismo) di questo grande e nuovo progetto: in occasione della BMT (Borsa Mediterranea del Turismo), in programma dal 30 marzo al 1 aprile, e alla presenza di Istituzioni a livello nazionale e locale, la serata di inaugurazione si è contraddistinta per la cena spettacolo, allietata da musica e da pietanze servite da personale altamente specializzato, con padronanza delle lingue e abiti tradizionali. Un vero e proprio percorso enogastronomico tra i prodotti tipici locali, accompagnato da uno spettacolo modulabile in grado di stuzzicare tutti e cinque i sensi degli ospiti.
Proprio il Teatro Posillipo, rinato sulle ceneri dell’ex cinema del quartiere degli anni ’50, sarà la casa, a partire dal 21 aprile, del “NapoliShow”. Qui, inizialmente una volta la settimana, per poi programmare un calendario intenso di spettacoli, si potrà vivere un’esperienza a 360 gradi con le eccellenze targate Napoli. Caratteristica peculiare del progetto sarà inoltre, il “destination events”, ovvero la possibilità di riproporre la cena spettacolo di NapoliShow in qualsiasi location sia richiesta.
“NapoliShow” nasce dall’incontro di due imprenditori napoletani, Roberto Pagnotta manager turistico dalla trentennale esperienza internazionale, e Giuseppe Calì, esperto di marketing turistico: si tratta di un nuovo format di intrattenimento che si rivolge all’intera filiera turistica locale, nazionale e internazionale e al pubblico campano desideroso di rafforzare il proprio legame con il capoluogo di una terra dall’antico fascino.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©