Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Napoli, spettacolo intitolato 'Le favole della saggezza'


Napoli, spettacolo intitolato 'Le favole della saggezza'
26/09/2013, 15:44

NAPOLI - Fiabe di Esopo, Fedro, La Fontaine, Andersen per il prossimo week-end all’Orto Botanico di Napoli, dove, sabato 28 settembre (dalle ore 10.15) prosegue la programmazione de La Scena Sensibile.
Appuntamenti per grandi e bambini con titoli selezionati tra i capolavori della letteratura universale per l’infanzia e la gioventù per la rassegna, alla sua 18° edizione, organizzata da dall’Associazione I Teatrini e dall’Università degli Studi "Federico II", per la direzione artistica di Giovanna Facciolo e l’organizzazione generale di Luigi Marsano, realizzata in collaborazione con la Regione Campania e con il Comune di Napoli nell’ambito dell’Estate2013.
Da non perdere, le ultime repliche (sabato 28 e domenica 29, ore 10.30) dello spettacolo intitolato Le favole della saggezza per la drammaturgia e regia di Giovanna Facciolo, con Adele Amato de Serpis e Melania Balsamo, musiche eseguite dal vivo da Pasquale Benincasa, maschere e oggetti di scena di Marco Di Napoli. Allestimento “stabile”, nel piccolo anfiteatro ricavato tra gli ulivi e le piante officinali nei pressi del seicentesco Castello inglobato nell’Orto botanico, presenta una significativa sintesi dedicata alle più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e le civiltà come, ad esempio, La volpe e l’uva, Il Lupo e l’Agnello, La Cicala e la Formica.
Nello stesso giorno, inizio alle ore 11.15 (replica il 29 settembre), in scena anche lo spettacolo itinerante intitolato  L’Albero del Sole (con Monica Costigliola, Marco Montesano, Matilde De Feo, costumi di Anna Radetich) che Giovanna Facciolo trae dalle fiabe di Hans Christian Andersen. “L’Albero del Sole era un albero magnifico, la sua chioma si estendeva per molte miglia, essa era in realtà una vera foresta e ciascuno dei suoi rami più piccoli era a sua volta un intero albero” così Andersen descriveva questa meraviglia della natura nella favola La pietra filosofale. “A partire da questa suggestione - sottolinea Giovanna Facciolo in una nota - ho immaginato che Andersen parlasse dell’Orto Botanico di Napoli e così ho pensato di allestire qui lo spettacolo dedicato proprio al magico albero citato dal grande scrittore danese’’. All’ingresso i piccoli spettatori incontreranno Andersen in persona, alla ricerca disperata dell’ispirazione per una nuova fiaba. Il pubblico sarà così coinvolto dallo scrittore nel viaggio alla scoperta della favola perduta, percorrendo i sentieri della fantasia attraverso i meravigliosi spazi del giardino napoletano. Di volta in volta, si incontreranno vari personaggi delle fiabe di Andersen, come Pollicina o l’Usignolo dell’Imperatore, che contribuiranno alla soluzione del problema e al proverbiale lieto fine della storia. La rassegna prosegue sabato 5 e domenica 6 ottobre (ore 11) è la volta di Come Alice... rilettura itinerante della fiaba di Lewis Carroll; sabato  13  e domenica 13 ottobre, ore 11, si ritorna Nel regno di Oz con il  suggestivo allestimento del celebre classico della letteratura per l’infanzia dello scrittore statunitense Lyman Frank Baum; a seguire, Gli alberi di Pinocchio da Collodi (ore 11, sabato 19 e domenica 20 ottobre), Il Magico Pifferaio (26 e 27 ottobre, ore 11) dai Fratelli Grimm e Con le ali di Peter da J.M. Barrie in scena sabato 2 e domenica 3 novembre (ore 11, repliche il 9 e 10, 16 e 17).

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©