Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Napoli, Summer Live Tones 2013

Dal 25 luglio al 5 agosto 3013

Napoli, Summer Live Tones 2013
23/07/2013, 09:25

NAPOLI - Il 25 luglio ha inizio il Summer Live Tones organizzato dal Live Tones Napoli Party, club posillipino,  con un progetto di Concerti jazz inserito nelle manifestazioni che l’ Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli ha programmato per " Estate a Napoli" 2013.
 
L'associazione, che ha tra i fini statutari quello della diffusione della cultura musicale, negli ultimi due anni ha portato avanti una programmazione di eventi concerti,  due rassegne “I Colori del Jazz” e “ Non Solo Jazz…”, di alta qualità, nella propria sede di Posillipo che ha ottenuto il consenso di un pubblico di appassionati e non; ha partecipato alle manifestazioni di Estate a Napoli 2012 nella sede di Castel Nuovo e al Maggio 2013 offrendo la programmazione musicale del mese e  inserendosi tra gli eventi comunali, per gli anni 2012 e 2013 ha ottenuto il riconoscimento e il relativo patrocinio dall’Unesco per la Giornata del Jazz del 30 aprile per le qualità progettuali così come ha partecipato negli stessi anni alla Giornata della Musica; tuttora è in rete territoriale con musicisti e altre sedi di club e associazioni italiane inserendosi nel circuito dei grandi nomi internazionali.
In tale occasione di Estate a Napoli 2013 propone al pubblico napoletano e ai tanti turisti che frequentano la città, cinque concerti jazz nell’ Atrio del Palazzo delle Arti di Napoli (PAN)  il 25 luglio, 28 luglio, 1 agosto, e nel cortile di Castel Nuovo/Maschio Angioino il 4 agosto e il 5 agosto.
 
Nelle date saranno alla ribalta nomi di musicisti internazionali e campani:
25 luglio 2013  Marco Fiorenzano piano solo PAN
28 luglio  2013 Riccardo Arrighini piano solo in Visioni in Opera   PAN    
1 agosto 2013  Alessandro Lanzoni piano solo PAN
4 agosto 2013  Rita Marcotulli Luciano Biondini Duo pianoforte e fisarmonica MASCHIO ANGIOINO
5 agosto 2013 Giovanni Guidi Gianluca Petrella Duo pianoforte e trombone   MASCHIO ANGIOINO
 
 
Marco Fiorenzano – 25 luglio  PAN ore 21.00
Diplomato al conservatorio di Napoli S. Pietro a Majella, ha studiato  armonia e improvvisazione jazz presso la “Mad School” di Valerio Silvestro e, nel 2006, a 17 anni, vince il Concorso Nazionale di musica classica organizzato dalla “A.N.S.I” di Caserta arrivando 1° nella categoria pianisti.
Nel 2007 ottiene il 1° premio come miglior musicista  al “Festival dei Musiciti Aversani”  e, nel 2008, entra come pianista e fisarmonicista nella Loredana Lubrano e “Mad Orchestra”,  suonando in vari festival tra cui “Toscana Jazz Festival ‘08”, Colle Salvetti, Montaione e Rio nell’Elba.
Nel 2009 con i “Soulful quintet” partecipa al premio “Lucca Jazz Donna 09” al teatro “San Girolamo” di Lucca.
Dal 2010 è docente M.A.D. di pianoforte, armonia, tecnica dell’improvvisazione, e art training and performing e incide il disco del conservatorio di “S. Pietro a Majella” dedicato a Chopin e Schumann in occasione dei  200 anni dalla loro nascita.Nel 2011 vince il 1° premio al 16° Concorso Nazionale “Campi Flegrei”e  per il progetto “R&Fusion” esce il suo primo album “Dalla terra dei fuochi”. Ha collaborato, inoltre, con : Valerio Silvestro, Dario Deidda, Pietro Condorelli,Corrado Paonessa, Giulio Martino, Riccardo Arrighini, Gabriele Evangelista.
 
Riccardo Arrighini – 28 luglio  PAN ore 21.00
 
“Il pianista italiano che dal 2006 ad oggi ha riarrangiato Puccini, Vivaldi, Chopin, Verdi, Mozart, Albinoni, Beethoven, Ravel, Tchajkovski esce con un nuovo, particolarissimo riarrangiamento dei maestri della Lirica, utilizzando nuove sonorità acustiche ed elettroniche”!!!!
Il 2013  caratterizzato da un doppio, importante anniversario: il bicentenario della nascita di due giganti della Storia della Musica e della grande Lirica mondiale: GIUSEPPE VERDI  E RICHARD WAGNER. Un anno dunque all’insegna della grande Lirica in cui non mancheranno tributi ai due Maestri da parte di musicisti da tutto il mondo.
E naturalmente non può mancare la dedica firmata dal M° Riccardo Arrighini, che vanta dal 2006 ben sette dischi a suo nome che riguardano la sua “fusione della classica e lirica con il jazz” e con cui ha avuto il piacere e l’onore di suonare in tutto il mondo ed in straordinari contesti, tra cui val la pena ricordare il tour in Brasile del 2010 per “Top Italian Jazz” (Umbria Jazz) con 5 concerti tra Brasilia Rio de Janeiro e San Paolo con un concerto per il Presidente Lula ed il concerto a Mosca, nella splendida “Svetlanosky Hall” della International House of Music del 2011.
 
Alessandro Lanzoni – 1 agosto PAN ore 21.00
Alessandro Lanzoni è considerato una  personalità tra le più interessanti nella nuova scena del jazz italiano. Un artista in costante crescita che oscilla, nelle sue improvvisazioni e nell’attività compositiva, tra la tradizione musicale degli anni Sessanta e Settanta,  il gusto melodico contemporaneo e il jazz europeo. Già affermatosi in importanti eventi  in Italia come il Premio “International Massimo Urbani Award “ del 2006, “Elba Jazz Contest” del  2008 o, come leader del “Teen Quartet”,  al Concorso “Luca Flores” del  2008. Partecipa nel 2010 al Best Young Soloist” di Parigi in occasione dell'ultima edizione del concorso internazionale Martial Solal, la più prestigiosa fra le competition jazzistiche internazionali dedicate al pianoforte. 
 
 
Rita Marcotulli  Luciano Biondini  Duo - 4 agosto Cortile Maschio Angioino ore 21.00
 
Rita Marcotulli  è una delle pianiste italiane più richieste a livello internazionale con alle spalle collaborazioni prestigiose con musicisti come Chet Baker, Steve Grossman, Richard Galliano, Enrico Rava, Michel Benita, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Bob Moses, Andy Sheppard, Pino Daniele e Pat Metheny. Nel 2010 vince il Ciak d'oro e ottiene  il Nastro d'argento per la miglior colonna sonora al film “Basilicata Coast to Coast”, di Rocco Papaleo, per la quale ottiene anche il David di Donatello. Nel mese di maggio 2013 ha ricevuto a Cagliari il prestigioso Premio European Jazz Expo ed è uscito il suo nuovo cd in trio con Luciano Biondini e Javier Girotto, Variazioni sul Tema, produzione S’Ardmusic.
Numerose anche le collaborazioni nel campo della musica d’autore al fianco di Francesco De Gregori, Pino Daniele, Nada, Giorgio Gaber e Noa.
Luciano Biondini  ha una formazione classica con numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali  come il Trophée Mondial de l’Accordéon, il Premio Internazionale di Castelfidardo, il Premio “Luciano Fancelli” e il Premio Internazionale di Recanati.  Si avvicina al jazz nel 1994 dopo aver conosciuto il chitarrista Walter Ferrero. Partecipa a trasmissioni televisive e radiofoniche  tenendo concerti in vari paesi europei, tra cui  Spagna,  Germania, Danimarca, Croazia e Andorra,  e a numerosi festival, come  Umbria Jazz Winter, il Fano Jazz, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival Klezmer di Ancona e, ancora, a Londra, Brighton, Dublino, al Leipzig Jazzstage, al Nancy Festival, a Bruxel, in Cina e Canada.
Ha collaborato con musicisti del calibro di Tony Scott, Enrico Rava, Mike Turk, Ares Tavolazzi, Battista Lena, Gabriele Mirabassi, Roberto Ottaviano, Javier Girotto, Marteen Van der Grinten, Martin Classen, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Bosso
Collabora, inoltre, al di fuori del jazz,  con il grande liutista Rabih Abou Khalil, i Fratelli MancusoPatrick Vaillant e cantautori come Ivano Fossati e Gianmaria Testa.
 
 Giovanni Guidi Gianluca Petrella Duo  5agosto Cortile Maschio Angioino ore 21.00
Se lo stato di salute di un movimento artistico si misura anche dalla capacità delle nuove generazioni di mettersi in gioco delineando nuove strade, si può star certi che il jazz italiano viva un momento di grazia unico.
Giovanni Guidi e Gianluca Petrella sono due degli esempi più convincenti di questo periodo storico.
Oggi Giovanni Guidi non è più una rivelazione : in pochi anni e a passi da gigante ha trovato una propria strada - fatta di una progettualità unica e di una lucida consapevolezza nelle scelte artistiche - che lo sta portando ad affermarsi , oltre che come pianista, come organizzatore di suoni di prima scelta. E non è certo un caso che un musicista illuminato qual é Enrico Rava l'abbia voluto al suo fianco e a lui difficilmente rinunci. E lo stesso si può dire per Petrella, certamente uno dei nomi più accreditati in questi anni quando si parla nn solo di jazz ma - tout court - della miglior stirpe di musicisti di musica contemporanea.
Il 25 luglio ha inizio il Summer Live Tones organizzato dal Live Tones Napoli Party, club posillipino,  con un progetto di Concerti jazz inserito nelle manifestazioni che l’ Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli ha programmato per " Estate a Napoli" 2013.
 
L'associazione, che ha tra i fini statutari quello della diffusione della cultura musicale, negli ultimi due anni ha portato avanti una programmazione di eventi concerti,  due rassegne “I Colori del Jazz” e “ Non Solo Jazz…”, di alta qualità, nella propria sede di Posillipo che ha ottenuto il consenso di un pubblico di appassionati e non; ha partecipato alle manifestazioni di Estate a Napoli 2012 nella sede di Castel Nuovo e al Maggio 2013 offrendo la programmazione musicale del mese e  inserendosi tra gli eventi comunali, per gli anni 2012 e 2013 ha ottenuto il riconoscimento e il relativo patrocinio dall’Unesco per la Giornata del Jazz del 30 aprile per le qualità progettuali così come ha partecipato negli stessi anni alla Giornata della Musica; tuttora è in rete territoriale con musicisti e altre sedi di club e associazioni italiane inserendosi nel circuito dei grandi nomi internazionali.
In tale occasione di Estate a Napoli 2013 propone al pubblico napoletano e ai tanti turisti che frequentano la città, cinque concerti jazz nell’ Atrio del Palazzo delle Arti di Napoli (PAN)  il 25 luglio, 28 luglio, 1 agosto, e nel cortile di Castel Nuovo/Maschio Angioino il 4 agosto e il 5 agosto.
 
Nelle date saranno alla ribalta nomi di musicisti internazionali e campani:
25 luglio 2013  Marco Fiorenzano piano solo PAN
28 luglio  2013 Riccardo Arrighini piano solo in Visioni in Opera   PAN    
1 agosto 2013  Alessandro Lanzoni piano solo PAN
4 agosto 2013  Rita Marcotulli Luciano Biondini Duo pianoforte e fisarmonica MASCHIO ANGIOINO
5 agosto 2013 Giovanni Guidi Gianluca Petrella Duo pianoforte e trombone   MASCHIO ANGIOINO
info e prevendite www.GO2.it
3389941559
 
Marco Fiorenzano – 25 luglio  PAN ore 21.00
Diplomato al conservatorio di Napoli S. Pietro a Majella, ha studiato  armonia e improvvisazione jazz presso la “Mad School” di Valerio Silvestro e, nel 2006, a 17 anni, vince il Concorso Nazionale di musica classica organizzato dalla “A.N.S.I” di Caserta arrivando 1° nella categoria pianisti.
Nel 2007 ottiene il 1° premio come miglior musicista  al “Festival dei Musiciti Aversani”  e, nel 2008, entra come pianista e fisarmonicista nella Loredana Lubrano e “Mad Orchestra”,  suonando in vari festival tra cui “Toscana Jazz Festival ‘08”, Colle Salvetti, Montaione e Rio nell’Elba.
Nel 2009 con i “Soulful quintet” partecipa al premio “Lucca Jazz Donna 09” al teatro “San Girolamo” di Lucca.
Dal 2010 è docente M.A.D. di pianoforte, armonia, tecnica dell’improvvisazione, e art training and performing e incide il disco del conservatorio di “S. Pietro a Majella” dedicato a Chopin e Schumann in occasione dei  200 anni dalla loro nascita.Nel 2011 vince il 1° premio al 16° Concorso Nazionale “Campi Flegrei”e  per il progetto “R&Fusion” esce il suo primo album “Dalla terra dei fuochi”. Ha collaborato, inoltre, con : Valerio Silvestro, Dario Deidda, Pietro Condorelli,Corrado Paonessa, Giulio Martino, Riccardo Arrighini, Gabriele Evangelista.
 
Riccardo Arrighini – 28 luglio  PAN ore 21.00
 
“Il pianista italiano che dal 2006 ad oggi ha riarrangiato Puccini, Vivaldi, Chopin, Verdi, Mozart, Albinoni, Beethoven, Ravel, Tchajkovski esce con un nuovo, particolarissimo riarrangiamento dei maestri della Lirica, utilizzando nuove sonorità acustiche ed elettroniche”!!!!
Il 2013  caratterizzato da un doppio, importante anniversario: il bicentenario della nascita di due giganti della Storia della Musica e della grande Lirica mondiale: GIUSEPPE VERDI  E RICHARD WAGNER. Un anno dunque all’insegna della grande Lirica in cui non mancheranno tributi ai due Maestri da parte di musicisti da tutto il mondo.
E naturalmente non può mancare la dedica firmata dal M° Riccardo Arrighini, che vanta dal 2006 ben sette dischi a suo nome che riguardano la sua “fusione della classica e lirica con il jazz” e con cui ha avuto il piacere e l’onore di suonare in tutto il mondo ed in straordinari contesti, tra cui val la pena ricordare il tour in Brasile del 2010 per “Top Italian Jazz” (Umbria Jazz) con 5 concerti tra Brasilia Rio de Janeiro e San Paolo con un concerto per il Presidente Lula ed il concerto a Mosca, nella splendida “Svetlanosky Hall” della International House of Music del 2011.
 
Alessandro Lanzoni – 1 agosto PAN ore 21.00
Alessandro Lanzoni è considerato una  personalità tra le più interessanti nella nuova scena del jazz italiano. Un artista in costante crescita che oscilla, nelle sue improvvisazioni e nell’attività compositiva, tra la tradizione musicale degli anni Sessanta e Settanta,  il gusto melodico contemporaneo e il jazz europeo. Già affermatosi in importanti eventi  in Italia come il Premio “International Massimo Urbani Award “ del 2006, “Elba Jazz Contest” del  2008 o, come leader del “Teen Quartet”,  al Concorso “Luca Flores” del  2008. Partecipa nel 2010 al Best Young Soloist” di Parigi in occasione dell'ultima edizione del concorso internazionale Martial Solal, la più prestigiosa fra le competition jazzistiche internazionali dedicate al pianoforte. 
 
 
Rita Marcotulli  Luciano Biondini  Duo - 4 agosto Cortile Maschio Angioino ore 21.00
 
Rita Marcotulli  è una delle pianiste italiane più richieste a livello internazionale con alle spalle collaborazioni prestigiose con musicisti come Chet Baker, Steve Grossman, Richard Galliano, Enrico Rava, Michel Benita, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Bob Moses, Andy Sheppard, Pino Daniele e Pat Metheny. Nel 2010 vince il Ciak d'oro e ottiene  il Nastro d'argento per la miglior colonna sonora al film “Basilicata Coast to Coast”, di Rocco Papaleo, per la quale ottiene anche il David di Donatello. Nel mese di maggio 2013 ha ricevuto a Cagliari il prestigioso Premio European Jazz Expo ed è uscito il suo nuovo cd in trio con Luciano Biondini e Javier Girotto, Variazioni sul Tema, produzione S’Ardmusic.
Numerose anche le collaborazioni nel campo della musica d’autore al fianco di Francesco De Gregori, Pino Daniele, Nada, Giorgio Gaber e Noa.
Luciano Biondini  ha una formazione classica con numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali  come il Trophée Mondial de l’Accordéon, il Premio Internazionale di Castelfidardo, il Premio “Luciano Fancelli” e il Premio Internazionale di Recanati.  Si avvicina al jazz nel 1994 dopo aver conosciuto il chitarrista Walter Ferrero. Partecipa a trasmissioni televisive e radiofoniche  tenendo concerti in vari paesi europei, tra cui  Spagna,  Germania, Danimarca, Croazia e Andorra,  e a numerosi festival, come  Umbria Jazz Winter, il Fano Jazz, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival Klezmer di Ancona e, ancora, a Londra, Brighton, Dublino, al Leipzig Jazzstage, al Nancy Festival, a Bruxel, in Cina e Canada.
Ha collaborato con musicisti del calibro di Tony Scott, Enrico Rava, Mike Turk, Ares Tavolazzi, Battista Lena, Gabriele Mirabassi, Roberto Ottaviano, Javier Girotto, Marteen Van der Grinten, Martin Classen, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Bosso
Collabora, inoltre, al di fuori del jazz,  con il grande liutista Rabih Abou Khalil, i Fratelli MancusoPatrick Vaillant e cantautori come Ivano Fossati e Gianmaria Testa.
 
 Giovanni Guidi Gianluca Petrella Duo  5agosto Cortile Maschio Angioino ore 21.00
Se lo stato di salute di un movimento artistico si misura anche dalla capacità delle nuove generazioni di mettersi in gioco delineando nuove strade, si può star certi che il jazz italiano viva un momento di grazia unico.
Giovanni Guidi e Gianluca Petrella sono due degli esempi più convincenti di questo periodo storico.
Oggi Giovanni Guidi non è più una rivelazione : in pochi anni e a passi da gigante ha trovato una propria strada - fatta di una progettualità unica e di una lucida consapevolezza nelle scelte artistiche - che lo sta portando ad affermarsi , oltre che come pianista, come organizzatore di suoni di prima scelta. E non è certo un caso che un musicista illuminato qual é Enrico Rava l'abbia voluto al suo fianco e a lui difficilmente rinunci. E lo stesso si può dire per Petrella, certamente uno dei nomi più accreditati in questi anni quando si parla nn solo di jazz ma - tout court - della miglior stirpe di musicisti di musica contemporanea.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©