Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Napoli Teatro Festival, 'La bisbetica domata'

Strizza l'occhio a Federico Fellini

Napoli Teatro Festival, 'La bisbetica domata'
06/06/2013, 11:39

NAPOLI - L’8, 9 e 10 giugno al Teatro San Ferdinando va in scena La bisbetica domata di William Shakespeare, prima regia italiana di Andrej Konchalovskij.  Sceneggiatore di due capolavori di Andrej Tarkovskij come L’infanzia di Ivan e Andrej Rublëv; a Hollywood ha girato film interpretati da Kurt Russel, Isabella Rossellini, Sylvester Stallone, Nastassja Kinski; a teatro ha diretto Juliette Binoche ne Il Gabbiano.

«Potrei fare tutto Shakespeare perché è la vita stessa, una combinazione fantastica di terra e cielo, volgarità e poesia. I suoi personaggi sono più grandi della vita e hanno quel tocco di follia e assurdità che li rende più interessanti. Questa commedia rappresenta il vostro paese molto più di Romeo e Giulietta. È ambientata a Padova, i personaggi sono tutti italiani, e c’è anche la commedia dell’arte, pur se scritta da Shakespeare».

Nei mesi di gennaio e febbraio Konchalovskij è stato a Napoli e a Genova per selezionare gli attori che ora prendono parte allo spettacolo «Cercavo attori birichini e un po’ naif, dall’energia contagiosa, capaci di guardare il mondo con gli occhi di un bambino. E devo dire che ho composto un cast molto interessante”.

Protagonisti della commedia saranno Mascia Musy e Federico Vanni e l’ambientazione non sarà fedele al testo ma evocherà l’Italia degli anni Venti, con una scenografia più proiettata che costruita, le cui atmosfere strizzeranno l’occhio a Fellini. «La bisbetica – conclude il regista – sarà frutto di improvvisazione e coraggio, le doti che occorrono per reagire alla vita e al destino. Ogni spettacolo è un viaggio nell’oscurità che con la lingua, le scene, la personalità del regista e degli attori diventa luce».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©