Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Napoli, una mela per una sigaretta: a Napoli la giornata antifumo


Napoli, una mela per una sigaretta: a Napoli la giornata antifumo
31/05/2011, 12:05

In occasione della Giornata mondiale senza fumo domani la Rete HPH & HS-Programma degli ospedali e dei servizi per la promozione della salute, coordinata a Napoli dalla psicologa Sara Diamare, in collaborazione con la Coldiretti campana promuove negli ospedali cittadini la manifestazione ''Me la Fumo. No Mela Mangio!''. Le Giornate mondiali No Tobacco Day sono state inaugurate in Campania nel 2003 dagli ospedali della Rete HPH & HS e nel corso della manifestazione, domani, a partire dall'ospedale San Gennaro e dal Loreto Crispi fino al nosocomio Incurabili gli operatori del programma offriranno ''ai cittadini fumatori all'ingresso degli ospedali una mela annurca al posto di una sigaretta del loro pacchetto''. Verranno, inoltre, fornite indicazioni ''utili all'adozione di sani stili di vita e, in alcuni presidi, si effettuano esami spirometrici, misurazioni dell'ossido di carbonio, consulenze psicologiche e dimostrazione di terapie alternative antifumo''. ''Il nostro obiettivo - spiega Sara Diamare - e' quello di  riorientare l'assistenza sanitaria e aggregare la cittadinanza  intorno a temi di promozione della salute e di benessere quali la disassuefazione dalle dipendenze e una sana alimentazione, problematica quest'ultima assai importante nella nostra regione  per l'incidenza della mortalita' dovuta a scorretti stili di  vita''. Quest'anno l'incontro fra operatori della salute e  cittadini su questi temi avverra' anche ''nei Salotti del  Benessere, formula gia' sperimentata nei mesi scorsi dalla Rete  cittadina HPH in collaborazione con la Coldiretti Campania''. ''L'opportunita' offerta nel piu' generale progetto di Campagna Amica e' quella di venire incontro all'esigenza del  cittadino consumatore di sani stili di vita con un alimentazione  salutare'' afferma il direttore della Coldiretti campana,  Prisco Lucio Sorbo. La Coldiretti sottolinea ''l'importanza  dell'occasione per far conoscere e divulgare la qualita' e i  contributi nutrizionali della tradizione agroalimentare campana  per un consumo consapevole al fine di un piu' generale funzione  di sana alimentazione e di prevenzione nella lotta contro il  cancro in una regione che ha tristi primati di obesita' e di  malattie tumorali''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©