Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali

Natale 2012: la cultura non va in vacanza. Aperti per ferie!

Anche a Pompei,Ercolano, Oplonti aperture straordinarie

Natale 2012: la cultura non va in vacanza. Aperti per ferie!
24/12/2012, 12:01

Grazie al progetto nazionale promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali quest’anno il 25 dicembre e il 1° gennaio i cittadini ed i turisti stranieri , che sceglieranno il Bel Paese, potranno visitare i molti musei e le aree archeologiche statali che rimarranno aperti in via straordinaria.

In queste giornate di riposo per la maggior parte degli italiani, il MiBAC dunque, nell’ottica di valorizzare ed aumentare la fruizione del nostro inestimabile patrimonio artistico offre infatti a tutti l’opportunità di visitare i nostri inestimabili tesori intrisi di cultura. Dal nord al sud del Paese, molte le proposte per trascorrere un Natale e un primo dell’anno all’insegna del sapere.

Aderisce all’iniziativa anche la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, le aree archeologiche di Pompei, Ercolano, Oplonti e Stabia e l’Antiquarium di Boscoreale saranno infatti aperte nei giorni di Natale e Capodanno.

In occasione delle aperture straordinarie del 25 dicembre e del 01 gennaio, inoltre, l’offerta di luoghi visitabili sarà ampliata. A Pompei saranno aperte la Casa di Apollo, la Casa dei Ceii, la Casa della Caccia Antica e la Casa di Cecilio Giocondo. A Ercolano, invece, sarà visitabile il Padiglione della Barca, dove è custodita l’imbarcazione di epoca romana rinvenuta anni orsono sull’antica spiaggia. All’Antiquarium di Boscoreale sarà esposto un frammento di affresco raffigurante Bacco proveniente dalla Villa di Asellius recentemente recuperato dalle Forze dell’Ordine, mentre nella Villa di Poppea a Oplonti sarà possibile ammirare anche parti di decorazioni parietali di norma custodite nei depositi.

In tutti i siti l’orario di visita sarà dalle 8,30 alle 14,00. L’ultimo ingresso è alle ore 13,00.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©