Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Natale di Partenope: istituzioni, imprenditori e cittadini

Applausi per Teresa Naldi e sindaco di Lecce Paolo Perrone

Natale di Partenope: istituzioni, imprenditori e cittadini
05/07/2013, 15:36

NAPOLI - Pienone all'Agorà Morelli per il quinto Natale di Partenope, la manifestazione ideata ed organizzata dal creativo Claudio Agrelli per celebrare l'anniversario della fondazione di Città di Partenope ovvero un luogo virtuale in cui si mettono in evidenzia i lati più affascinanti di Napoli ed i suoi cittadini più virtuosi.

 

Accolti dallo staff della Agrelli&Basta e dall'affascinante Tunnel Borbonico si sono infatti susseguiti numerosi esponenti delle istituzioni a partire dall'assessore regionale al lavoro Severino Nappi e l'assessore comunale alla cultura Nino Daniele per continuare con il presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni, della Quick no problem parking Massimo Vernetti, dell'ASMEF Salvo Iavarone e della Fiavet regionale Ettore Cucari nonché il rettore dell'università Parthenope Claudio Quintano ed Antonio Noto dell'IPR Marketing che ha illustrato una sua recente ricerca sull'emigrazione giovanile dal Sud. Ad aprire i lavori alcuni giovani cittadini di Partenope che anno dato all’intero dibattito il loro vivo contributo.

 

Proprio il tema dei giovani ha tenuto banco del resto nel corso della serata con il tema provocatorio di "Napoli Acchiappacervelli", vale a dire di come premiare ed invogliare i giovani che non solo non lasciano il Sud ma anche che ci arrivano e ci restano.

 

Ecco perché i cittadini di Partenope hanno inteso premiare quest'anno il Cavaliere del Lavoro Teresa Naldi, non a caso la sua storia è stata quella più votata dal web, quale presidente del Royal Group Hotels & Resorts per aver promosso il patrimonio storico turistico culturale partenopeo, sviluppando con passione, eleganza e senso dell’accoglienza uno tra i maggiori cluster turistico-alberghieri d’Italia, favorendo gli studi e le ricerche nel Mezzogiorno, promuovendo gli sport equestri per i giovani del Sud, sostenendo attività di recupero dei ragazzi in zone disagiate”.

 

Ma sono 11 in totale i cittadini esemplari premiati e raccontati nel libro “Partenope”. Tra quelli intervenuti sul palco: Michele Cristiano amministratore delegato della Cattolica Previdenza Spa; Stefano e Alessandro Lukacs dentisti di fama nazionale di quarta e quinta generazione; Enzo De Luzio e Gianluca Minin, geologi dediti al ripristino del “Tunnel Borbonico”; Marco Giannotti, produttore delle bellissime borse “Giannotti Bags”; Carmine Petrone, presidente di Fin Posillipo SpA, holding del Gruppo Petrone con 30 società nel settore farmaceutico; Domenico Pellegrino managing director di MSC Crociere.

 

Ancora, la caporedattrice del TG2 RAI Maria Concetta Mattei ha voluto intervistare di persona il sindaco di Lecce Paolo Perrone, premiato per la sezione amministrazione pubblica, per i provvedimenti messi in atto dal suo Comune per aver valorizzato le bellezze naturali e paesaggistiche del territorio e, nello stesso tempo, per aver recuperato il significato storico e le memorie archeologiche del centro e dei suoi dintorni, nel quadro di una riqualificazione urbana che aderisce al Piano Nazionale delle città e la pone come candidata a Città della Cultura 2019.

 

Infine, non potevano mancare i premiati di quest'edizione, menzionati nel libro "Partenope" patrocinato dalla Camera di Commercio e dall’EPT provinciale quale punto di arrivo del concorso fotografico “Napoli come mi piace” bandito per puntare gli obiettivi su Napoli fuori dei luoghi comuni. Tra i fotografi, sono saliti quindi sul palco Emanuela Martolò, Giuseppe Fazio ed Hermes Lacatena che con il suo scatto dal titolo "Pontile" ha vinto il “Premio Città di Partenope ” per la sezione fotografica.

Presenti anche tanti volti noti come il presidente dei Giovani Imprenditori di Napoli Vincenzo Caputo, il pallanotista Pino Porzio ed il musicista Nando Misuraca che ha infine intrattenuto i presenti con un applauditissimo live - show. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©