Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Natalie Portman: “Per Il cigno nero Aronofsky mi ha proposto l’ecstasy”


Natalie Portman: “Per Il cigno nero Aronofsky mi ha proposto l’ecstasy”
14/02/2011, 13:02

In esclusiva per The Cinema Show, la protagonista de Il cigno nero racconta l’esperienza estrema ma unica del making of del film di Darren Aronofsky.

“Un ruolo come quelle de Il cigno nero necessita di un impegno e una fede senza incrinature, ma a un certo punto ho pensato che i dolori e le difficoltà mi avrebbero uccisa”

Questo solo un breve estratto della lunga ed emozionante intervista che Natalie Portman ha rilasciato in esclusiva a The Cinema Show per parlare de Il cigno nero – Black Swan, il film diretto da Darren Aronofsky nelle sale italiane dal 18 febbraio.

Una conversazione durante la quale la Portman, vincitrice del Golden Globe per il ruolo di Nina e candidata all’Oscar come Miglior attrice, racconta a The Cinema Show alcuni sconvolgenti retroscena sul rapporto avuto sul set con il regista Darren Aronofsky.

“Darren ha provato a farmi prendere dell’ecstasy per entrare nel personaggio, ma ho rifiutato. Gli ho detto che potevo usare la mia immaginazione e la recitazione.(...) Sul set è nata una fortissima complicità mentale e lavorativa, per cui se lui diceva anche solo una parola, io capivo all’istante tutto quello che stava immaginando”.

Spicca, poi, la sensibilità dell’attrice nel descrivere il suo rapporto con un’estetica della recitazione (“Cerco la perfezione, ma non credo che la bellezza sia perfezione. […] Anzi penso che la recitazione debba essere imperfetta, in un certo senso disordinata”) e l’essere lontana dal conformismo hollywoodiano (“Hollywood non è il demonio. Il problema, però, è che il cinema indipendente diventa sempre più piccolo e ha sempre più difficoltà a essere distribuito”)

Tutto questo e molto altro solo su The Cinema Show, la prima rivista di cinema esclusiva per iPad del mondo. Arrivata al sesto numero, The Cinema Show continua a riscuotere successi su App Store, anche nella sua versione in lingua inglese, con i lettori che aumentano di giorno in giorno.

Creato dal team di Alphabet City, agenzia editoriale specializzata nella realizzazione di contenuti sul e per il cinema, The Cinema Show vuole offrire un punto di riferimento alternativo alla scarna proposta editoriale da edicola e alla sin troppo ricca, e non sempre soddisfacente, offerta che arriva dalla Rete. Su The Cinema Show troverete ogni mese approfondimenti, interviste esclusive, filmati in anteprima, le notizie sui film in uscita in Italia e nel mondo, le novità in home video, le serie TV più emozionanti e i videogiochi.

La qualità dei contenuti di The Cinema Show è una delle priorità che la rivista si pone, proprio per questo è stato creato un team di professionisti di lungo corso uniti a giovani talenti del giornalismo e della critica cinematografica. Oltre ad Alessandro De Simone e Federica Aliano, fondatori di Alphabet City, la redazione è composta da Boris Sollazzo (critico di Liberazione, Film Tv, Rolling Stone), Michela Greco (Cinecittà News), Ilaria Ravarino (Leggo, Gioia), Adriano Ercolani (I Cinepatici su Coming Soon Television), Pierpaolo Festa (Film.it), Andrea Grieco (scrittore), Valeria Roscioni (Alphabet City), Francesco Del Grosso (regista, Nastro d’Argento per il miglior documentario 2010), Tirza Bonifazi Tognazzi (Freequency), Mattia Nicoletti (Metro, Leiweb.it), Federico Pedroni (Torino Film Festival), Luca Svizzeretto (Universal News), Valerio Sammarco (La rivista del Cinematografo), Emanuele Sacchi (Rumore).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©