Cultura e tempo libero / Clubbing

Commenta Stampa

Dedicato a bambini e teenager dai 4 ai 16 anni

Nautilus Village: il primo centro turistico multiculturale del Sud Italia


Nautilus Village: il primo centro turistico multiculturale del Sud Italia
04/06/2013, 08:45

NAPOLI - Dal 10 giugno all’Hyppo Kampos Resort prende il via il “Nautilus Village International summer camp”: vacanze multiculturali all’insegna del rispetto della natura. Nasce a Napoli il primo centro turistico del Sud Italia dedicato a bambini e teenager dai 4 ai 16 anni. Il progetto è stato ideato dall’imprenditore Marco Sifola, fondatore dell’azienda Nautilus, nata nel 1991 come scuola d’infanzia, con pratica psicomotoria espressiva, e corsi di “yamaha”, ludoteca, campi estivi e vacanze studio.

Nel Nautilus Village i ragazzi comunicano in due lingue, italiano e inglese, partecipano ad attività didattiche e sportive, sono educati ai valori della socialità e del rispetto dell’ambiente. Il camp sorge nell’oasi naturale dell’Hyppo Kampos Resort:  35 ettari di verde sulle sponde di due laghi privati, attrezzato con campi sportivi (calcetto, tennis, pallacanestro, beach volley), piscine, parco giochi, bungalow finlandesi con 80 posti letto e sale al coperto. Si praticano diversi sport: canoa, equitazione, tiro con l’arco, beach tennis, e sci nautico, oltre a calcio, pallavolo, beach volley, tennis. Per Marco Sifola: “Educare attraverso lo sport è un'esperienza formativa ed esaltante. L’impresa Nautilus è veicolo di messaggi e valori positivi." 

Il “Nautilus Village International Summer Camp” è concepito con una doppia formula, day camp e week camp. Nel primo caso si arriva con bus privato in mattinata e si rientra a pomeriggio inoltrato, nel secondo caso, i ragazzi passano 5 interi giorni al villaggio, seguendo il programma di animazione internazionale, oppure partecipando allo “Special Summer Camp” che prevede attività sportive come: pallanuoto, arti marziali, canoa, equitazione, curate da Sergio Pagnozzi. Medico sportivo, esperto in particolare di equitazione, Pagnozzi Presidente F.I.T.A. (Federazione Imprese Turistiche Alberghiere) spiega: "Noi imprenditori turistici puntiamo molto sullo sport per i ragazzi, e le grandi competizioni sportive, che esercitano una fortissima attrattiva. Gioco e sport, ma anche educazione e socializzazione.

La squadra del Nautilus punta a insegnare ai giovani ad essere autonomi nei piccoli gesti, come rifare il letto, fare la raccolta differenziata, condividere gli spazi, il tutto condito da sano divertimento, il programma serale infatti, prevede cinema all’aperto, discoteca sotto le stelle, barbecue e party in piscina.

Il Nautilus Club partecipa anche alla XXII edizione dei City Camp che si svolge nei mesi di giugno e luglio presso il Circolo Gabbiano di Napoli. I ragazzi sono seguiti da un team di animazione internazionale, che partecipa al progetto universitario promosso da AIESEC. L’impianto culturale ed educativo vede la lingua straniera come indispensabile strumento di comunicazione internazionale e interculturale, accanto alla full immersion nella natura, dove è data grande importanza al rispetto delle piante e delle specie animali che abitano il parco. Inoltre l’incontro con i Tutors madrelingua ai Camps, motiva i ragazzi ad aprirsi a nuove esperienze e ad usare la lingua inglese  come reale strumento di  comunicazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©