Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

La due giorni all'Acciaieria sonora tra big ed emergenti

Neapolis Festival, la grande musica torna a Bagnoli


.

Neapolis Festival, la grande musica torna a Bagnoli
11/07/2011, 14:07

NAPOLI - Tanto rock, post rock, ma anche elettronica ed artisti emergenti che si sono esibiti su quel fazzoletto di terra che aspetta ancora la rinascita e che oggi diventa la cornice dove far esibire star del calibro di Skunk Anansie, Mogway, Underworld. Il Neapolis Festival torna dopo cinque anni a Bagnoli, in quell’acciaieria dell’ex Ilva che per l’occasione indossa il vestito buono facendo dimenticare per due giorni i progetti di rilancio per la zona ovest di Napoli. Una kermesse che quest’anno si è caricata di un importante significato civico, grazie all’iniziativa che ha permesso ai agli acquirenti dei biglietti in prevendita di portarsi dietro un amico con dieci bottiglie di plastica, o lattine, rigorosamente da riciclare all’ingresso della struttura. Complice anche l’emergenza rifiuti – fanno sapere gli organizzatori – cala di circa il 40 per cento il numero di spettatori provenienti da fuori regione. Ma anche quest’anno la kermesse estiva napoletana ha garantito grandi cifre ed una passerella di artisti internazionali di tutto rispetto.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©