Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

NELL'ESTATE ITALIANA ARRIVA IL "TURISTA EDUCATO"


NELL'ESTATE ITALIANA ARRIVA IL 'TURISTA EDUCATO'
01/07/2008, 17:07

Tempo di vacanze per gli italiani che , con il passare del tempo, abbandonanola vecchia filosofia della "vacanza mordi e fuggi" per cercare più quiete e relax.
Niente più levatacce e marce di ore, ma vacanze stanziali, di almeno una settimana, all'insegna delle comodità.
Navigando in internet nei vari siti deputati alla scelta delle vacanze si nota, rispetto agli anni precedenti, un netto aumento di proposte di case in affitto (34.000 annunci attivi, 28.500 dei quali solo per le case al mare).
Inversione di tendenza anche per la compagnia: non più vacanze solitarie, ma sempre più con amici e parenti, in modo da ottimizzare i costi e prolungare il riposo.
Altro trend tutto italiano è lo scambio degli appartamenti.
Si offre la propria casa delle vacanze in cambio di un'altra casa in una località diversa e per lo stesso periodo.
E' tempo anche per l'Italia, ormai, di "educarsi al turismo" e così nasce la figura del "turista educato", come l'ha definita Mauro Ferraresi, docente di sociologia dei consumi dell'Università Iulm di Milano. Il turista educato progetta attentamente le proprie vacanze: quello che vuole, quello che può e quello che farà.
Naturalmente nella ricerca ci aiuta molto il web, dove è possibile reperire con facilità tutte le informazioni necessarie per risparmiare senza avere brutte sorprese.

Infine, quali sono le località più gettonate di questa estate 2008?
Stravince la Sardegna, come tutti gli anni, seguita da Puglia e Sicilia, soprattutto la parte meridionale, meno affollata.
Male, purtroppo, per Toscana e per la martoriata Campania, scelta solo dal 4% dei vacanzieri italiani.

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©