Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

No Halloween no party, Martini propone un cocktail da "paura"


No Halloween no party, Martini propone un cocktail da 'paura'
31/10/2012, 11:52

Fantasmi, streghe e vampiri! Halloween è alle porte e inizia il conto alla rovescia per la notte più spaventosa dell’anno. Cosa fare ma soprattutto cosa bere per trascorrere una serata da brivido?

Per Martini non ci sono dubbi e per l’occasione mette in campo i suoi più qualificati bartender per inventare il “No Halloween, no party”, un cocktail originale e sorprendente, una pozione magica per lasciare il segno anche nella notte delle streghe. Gli ingredienti?

 

 

3 cl. di Tequila  Patron Silver
3 cl. di Martini Bianco
1,5 cl. di liquore al lychee ( Bols)
1/2 lime spremuto
Purè di mirtillo
Sale rosa dell'Himalaya

Peperoncino

Ma come si prepara? Bordare un bicchiere tipo old-fashioned o tumbler con Sale Rosa dell'Himalaya e peperoncino piccante in polvere.

Riempire con ghiaccio tritato e versare il Tequila Patron Silver, il Martini Bianco, il liquore al lychee e il succo di lime appena spremuto.

Miscelare delicatamente dall'alto verso il basso e se necessario aggiungere altro ghiaccio.
Versare  purè di mirtillo in superficie e servire senza mescolare, in modo da dare l'effetto "floating"...!!!!

Infine, decorare con un alchechengio e 2 cannucce rigorosamente arancioni.


E’ scattata dunque la gara all’ultimo shaker per aggiudicarsi il titolo di cocktail della notte. Tra cappelli da strega e zucche intagliate, i barmen dei migliori locali d’Italia sono già all’opera. Pozioni magiche con nomi terrificanti, come il cocktail Mangiacadaveri dai colori forti che vanno dall’arancione al nero corvino, spesso dal sapore dolciastro e caramelloso arricchito con note speziate. Tra gli ingredienti più gettonati: l’immancabile polpa di zucca, gli agrumi addolciti dai chiodi di garofano, cannella e peperoncino.

 

E quando al sorgere del sol, i fantasmi e le streghe si dissolveranno, a noi rimarrà solo in bocca il sapore di un indimenticabile cocktail. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©