Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

NOLA: TUTTO PRONTO PER LA FESTA DEI GIGLI


NOLA: TUTTO PRONTO PER LA FESTA DEI GIGLI
27/05/2008, 13:05

Oltre settanta manifestazioni accompagneranno il giugno nolano 2008, mese in cui la città di Nola si prepara a festeggiare il proprio Santo vescovo Paolino con la tradizionale Festa dei Gigli che si terrà domenica 29 giugno. Un unico filo conduttore, quello che lega i numerosi spettacoli organizzati in città dall’Ente Festa dei Gigli: quello della fede. Assi portanti del programma che prevede spettacoli teatrali, concerti, sfilate, tra cui la finale regionale del concorso nazionale di Miss Italia, saranno le manifestazioni religiose. Proprio il pellegrinaggio della fede, con la processione delle bandiere delle otto corporazioni dei Gigli più la Barca sino alle basiliche paleocristiane di Cimitile, inaugurerà il due di giugno, il mese di spettacoli. La prima serata sarà poi conclusa dal concerto per la Festa della Repubblica. I Maestri di Festa, con le relative bandiere dei gigli, saranno poi impegnati nei momenti di fede, novità introdotta lo scorso anno, quale momento di aggregazione e di fede per i comitati partecipanti all’edizione 2008 della Festa. Il 22 giugno, invece, giorno in cui si festeggia San Paolino, in Cattedrale, prima della processione del busto argenteo del Santo, si terrà una Santa messa Pontificale che sarà officiata da Sua Eminenza Reverendissima, il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe. Tra passeggiate in bici e concerti di musica classica napoletana, il 28 giugno si terrà la tradizionale notte dei comitati, dove sfileranno per la città i variopinti cortei di sostegno alle corporazioni dei Gigli. Domenica 29 giugno, invece, sarà la volta della Ballata dei Gigli e della Barca. Gli otto Gigli sono pesantissimi obelischi di legno, alti 25 metri e ricoperti da rivestimenti di cartapesta: tra si essi figura una imponente barca, con dentro il Turco (barbaro), la quale ricorda il mare attraversato da S. Paolino per il ritorno in Patria. I Gigli e la barca sono portati a spalla da una paranza di 130 uomini circa che, guidati da un capoparanza, con grande abilità li fanno ballare, ruotare ed avanzare al ritmo di trascinanti marcette suonate da una fanfara che trova posto sulla stessa macchina. che avrà inizio alle ore 10. Poi la solenne benedizione delle macchine da festa e nel pomeriggio la ripresa della manifestazione che, come tradizione, durerà sino all’alba del giorno successivo e vedrà gli obelischi sfilare nel tradizionale ordine Ortolano, Salumiere, Bettoliere, Panettiere, Barca, Beccaio, Calzolaio, Fabbro e Sarto. Il mese di festeggiamenti, che vede riproposto, durante il primo fine settimana di giugno, il corteo storico degli Orsini, terminerà mercoledì due luglio con il consueto concerto di musica leggera di piazza Duomo e i fuochi d’artificio.

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©