Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

NONOSTANTE LA PIOGGIA GRANDE SUCCESSO PER C'ERA UNA VOLTA A NAPOLI


NONOSTANTE LA PIOGGIA GRANDE SUCCESSO PER C'ERA UNA VOLTA A NAPOLI
06/12/2008, 14:12

 

La pioggia non ha frenato l’entusiasmo in Piazza Dante: sono oltre un migliaio gli alunni delle scuole di Napoli e della Campania che, tra ieri ed oggi, hanno affollato l’antico borgo di ‘C’era una volta a Napoli’. Scatenatissimi i più piccoli che, guidati dagli artisti, si sono cimentati in “tamorriata, tarantella e pizzica’, non prima però di ascoltarne la storia.
La kermesse, giunta alla sua seconda edizione, è promossa dall’associazione onlus, Futuro in Movimento presieduta da Gianni de Bury.
In vetrina, nelle botteghe di ‘largo Mercatello’, grazie ad un’iniziativa a firma dell’assessorato alle Attività Produttive della Regione Campania e che vedrà l’alternarsi di oltre cinquanta aziende, le eccellenze del nostro territorio: dai funghi alle mele passando per i pomodorini, i vini, la mozzarella, l’olio e quanto contraddistingue la gastronomia nostrana. Gusto e artigianato campano nel borgo natalizio nato ai piedi della statua del Sommo Poeta. Tra un assaggino di bruschette impreziosite dall’olio degli antichi frantoi, in tanti hanno approfittato per anticipare un giro di shopping. Piccoli pensierini da mettere sotto l’albero, frutto del lavoro di maestri artigiani. Tazze in ceramica personalizzate, candele, gingilli in terracotta, presepi in miniatura realizzati finanche nei gusci delle conchigliette, hanno catturato l’attenzione dei visitatori.
‘C’era una volta a Napoli’ si propone, infatti, di divenire strumento di promozione della cultura e della più genuina tradizione gastronomica della Campania che, nella moderna accezione di dieta mediterranea viene oggi recuperata come migliore dieta alimentare del pianeta.

Inoltre, in piazza Dante, grande attenzione alla solidarietà. I proventi della raccolta saranno devoluti all’iniziativa  ‘Aiutaciadaiutare’ e destinati al Fondo Laboratorio Giovani costituito in collaborazione con il vicariato episcopale per la carità nella persona di S.E., Caridinale Crescenzio Sepe.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©