Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Note jazz firmate Anna Christoffersson, per Concerti al Tramonto


http://www.youtube.com/watch?v=Th-cZCOIvzE&feature=relmfu

Note jazz firmate Anna Christoffersson, per Concerti al Tramonto
27/07/2012, 09:40

Un gradito ritorno per la rassegna Concerti al Tramonto di Villa San Michele ad Anacapri. Venerdì 27 luglio, alle ore 20.00, dopo lo strepitoso successo dell'esibizione che ha visto protagonisti, il direttore musicale della kermesse Love Derwinger e il virtuoso violinista Christian Svarfvar, salirà sul palcoscenico della terrazza panoramica, la star del jazz Anna Christoffersson. La cantante, già ospite nel 2010, insieme alla sua band, proporrà uno spettacolo intitolato ”Capri Jazz Special”: nuovi brani che ha scritto durante la sua ultima permanenza sull'isola azzurra, un vero e proprio omaggio ispirato da questo angolo di paradiso.

 

Interprete di rara bravura e bellezza, nominata per due volte agli ambitissimi grammy awards svedesi, la Christoffersson è considerata dalla critica “la più grande speranza jazz della Svezia”, paragonata alla Joni Mitchell delle migliori occasioni. 

 

Anna sarà accompagnata da tre musicisti: Robert Ikiz,batterista di origini turche, ritenuto tra i migliori percussionisti grazie al personale e inusuale repertorio jazz e funk, Kristian Lind, bassista versatile, molto richiesto per il suo repertorio che spazia dalla musica contemporanea a quella classica, Erik Lindeborg, pianista e compositore tra i più apprezzati della sua generazione, oltre alla corista Karin Gemfors.

 

La rassegna Concerti al Tramonto, curata dal pianista svedese, M° Love Derwinger e organizzata dalla Fondazione Axel Munthe, è realizzata con il sostegno del Consiglio della Cultura dello Stato Svedese, con il patrocinio dell'Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano. Scopo principale quello di promuovere e accomunare la cultura italiana e quella svedese ospitando, ogni venerdì, fino al 10 agosto artisti internazionali con performance classiche, contemporanee e jazz.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©