Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

NUOVA TRATTA PER IL CITY SIGHTSEEING


NUOVA TRATTA PER IL CITY SIGHTSEEING
28/05/2008, 10:05

Novità in casa City Sightseeing. Da oggi, una nuova linea va ad aggiungersi a quelle già “rodate” del famoso bus rosso a due piani, grazie alla collaborazione in atto tra l’Azienda napoletana e l’Ente Provinciale per il Turismo di Napoli, all’interno del progetto Easy Napoli.

Dopo l’itinerario Donnaregina, attivo dal 1° maggio, in arrivo, dunque, un nuovo tour esclusivo.
La linea Pompei – Vesuvio collegherà la cittadina, famosa in tutto il mondo per i suoi scavi, con il Vesuvio.
Partenza alle 10.30 del mattino da Pompei Scavi – Porta Marina e poi su, lungo le pendici del vulcano, per una escursione che coniuga magistralmente arte, storia, archeologia e natura.
L’arrivo in vetta è previsto dopo circa un’ora. Qui, ai turisti verrà data l’opportunità di visitare il cratere accompagnati dalle guide vulcanologiche dell’Ente Parco.
Il rientro a Pompei è programmato per le 14.00
A bordo, un commentario audio in 5 lingue (italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo) accompagnerà il percorso, illustrando la storia millenaria di un territorio che fu meta ambita di re ed aristocratici ma anche teatro di grandi tragedie, come le distruzioni provocate proprio dal Vesuvio nel 79 d.c.
 
“La nostra filosofia aziendale parte dal presupposto che, soltanto differenziando l’offerta, è possibile accrescere l’appeal turistico dei nostri territori – sottolinea l’ing. Antonietta Sannino, Amministratore Delegato della City SightSeeing Napoli – E’ in quest’ottica che stiamo investendo, realizzando nuovi percorsi che possano offrire un’immagine suggestiva delle mille bellezze della Regione. Pompei era quasi una tappa obbligata, per la City Sightseeing: una delle mete turistiche più famose al mondo non poteva non avere il proprio tour “dedicato”. La collaborazione con l’EPT e con TESS Costa del Vesuvio, ci ha offerto l’opportunità di progettare questa nuova “linea” che, siamo sicuri, riscuoterà il consenso dei tanti turisti che affollano il sito archeologico pompeiano.”
Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©