Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Nuove Sensibilità, III edizione


Nuove Sensibilità, III edizione
10/10/2009, 12:10

Saranno in scena al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, da sabato 10 ottobre a domenica 1 novembre 2009, i sette spettacoli vincitori di Nuove Sensibilità 2008/2009, valutati e selezionati fra le trenta proposte presentate durante la prima edizione del Napoli Teatro Festival Italia.

Stimolato da un’idea di Angelo Montella, direttore generale dello Stabile di Innovazione partenopeo, Nuove Sensibilità vive della collaborazione tra Nuovo Teatro Nuovo, Teatro Pubblico Campano, Amat/Teatro Stabile delle Marche, Tieffe Teatro Stabile di Innovazione, Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione Teatro Piemonte Europa, ormai rete circuitante solida e attenta al panorama delle nuove generazioni teatrali, e il sostegno dell’ETI Ente Teatrale Italiano.

Nuove Sensibilità, la cui programmazione a Napoli è organizzata da Nuovo Teatro Nuovo, Teatro Pubblico Campano con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, è il 'luogo' in cui diventano possibili forme inesplorate di espressione teatrale, il luogo in cui il linguaggio, in tutti i suoi aspetti, assume primaria importanza. Il luogo in cui è possibile spingere la propria ricerca verso una nuova relazione artistica, piuttosto che verso l’elaborazione di un’idea vincente sul mercato.

A questo si uniscono l’apporto e la necessità di un’esperienza sociale e civile forte, che faccia del momento teatrale, anche, un ambito di difesa della propria libertà d'espressione.

Nuove Sensibilità offre ai giovani artisti la possibilità di presentare i propri lavori ad una commissione di esperti (direttori, operatori teatrali, critici, produttori), garantendo loro, successivamente, tutti i supporti tecnici necessari all’allestimento e la promozione di uno spettacolo.

Il nucleo centrale di questo progetto è rappresentato dalla stretta relazione tra artisti e produzioni, basata su obiettivi comuni, sul dialogo e il confronto costante, indirizzato alla crescita e l’interazione delle forze in gioco.

Oggi il progetto Nuove Sensibilità rappresenta uno spazio aperto, fertile, nutrito, 'illuminato', in cui la voce e la sensibilità dei giovani artisti può avere tutta l’attenzione che merita.

A inaugurare la rassegna a Napoli, sabato 10 ottobre alle ore 20.00 (in replica il giorno 11 alle ore 18.00), sarà lo spettacolo If I was Madonna di Alessandra Morelli, Alessandro Sciarroni, con Chiara Bersani, Angela Cecchitelli, Ettore Lombardi, Greta Olivieri Pennesi, Davide Passaretti, Matteo Ramponi, Laura Sciabarrà, Alessandro Sciarroni. Presentata da Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con Amat, Officina Concordia Comune di San Benedetto del Tronto, Teatro Valle di Chiaravalle, con il sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano, la performance è strutturata come un lungo videoclip che prende in esame i temi salienti della poetica della pop star. In questo spettacolo, però, la cantante non ha nessun controllo sulla regia e al suo posto, soprattutto, c’è qualcun altro come performance artist.

Il secondo spettacolo in scena, programmato per sabato 10 ottobre alle ore 21.15 (in replica il giorno 11 alle ore 19.15) e presentato da Gli Ipocriti e Teatro Pubblico Campano, con il sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano, sarà Bios Unlimited di OHT Office for a Human Theatre, con Francesca Bucciero e la regia di Filippo Andreatta. Una piccola calca di case dalle proporzioni vagamente umane, che, pian piano, si schiude all’osservatore, ogni casetta differisce per poco dall’altra, minute proporzioni che racchiudono storie diverse. Dagli interstizi delle pareti sfuggono dei ricordi, piccoli pezzi di vita, informazioni che si mescolano una all’altra.

Ancora sabato 10 ottobre alle ore 22.00 (in replica il giorno 11 alle ore 20.00), TIEFFE Teatro Stabile di Innovazione di Milano, con il sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano, presenta Very Contemporary Men, uno spettacolo di Baloon performing club, con Yuri Ferrero, Damiano Madia, Fabio Padovan, per la regia di Damiano Madia. In scena tre uomini, tre padri o tre figli, tre prodotti della cultura contemporanea. Si raccontano al pubblico, lo seducono, lo deridono, danzano accompagnati da un menestrello rock. Parlano dei loro figli e del mondo in cui devono crescerli, dei loro padri e di un mondo patinato che ricordano attraverso motivi pop e jingle televisivi.

La programmazione proseguirà lunedì 12 e martedì 13 ottobre alle ore 21.00 con Pierfrancesco Pisani, Argot produzioni, Network Nuove Sensibilità che, in collaborazione con Infinito snc, Teatro Miela / Bonawentura (TS), Teatro San Martino / Libero Fortebraccio Teatro (BO) ed il sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano, presenteranno Kvetch (piagnistei di Steven Berkoff, con Ivan Zerbinati, Laura Bussani, Jacopo Bicocchi, Simone Luglio, diretti da Tiziano Panici.

Piagnistei, una parola davvero orribile. Una parola che segna le vite meschine dei personaggi di questo spettacolo, intrappolati in una realtà ripetitiva e alienante. Un'esistenza fatta di piccolezze e colpi bassi dentro cui la loro coscienza si dimena furiosa e dove i pensieri acquistano una solidità molto più concreta di una vita di menzogne.

Mercoledì 14 e giovedì 15 ottobre, alle ore 21.00, sarà la volta de L’operazione, 'commedia di disperazione in 5 quadri' scritta e diretta da Rosario Lisma, presentata da Fondazione Teatro Piemonte Europa con il sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano. Interpreti, in scena, saranno Mariano Pirrello, Andrea Narsi, Ugo Giacomazzi, Rosario Lisma, con la partecipazione di Franco Sangermano. Quattro attori di oggi, mettono in scena un testo scritto da uno di loro che parla di quattro attori di oggi che mettono in scena un testo scritto da uno di loro che parla di quattro terroristi clandestini negli anni di piombo. E ne viene fuori una commedia.

Da venerdì 16 a domenica 18 ottobre (venerdì e sabato ore 21.00, domenica ore 18.00) la scena sarà per Più leggero di un sughero scritto e diretto da Linda Dalisi, interpretato da Elisa Bongiovanni, Lucilla Mininno, Francesco Zecca e presentato da Associazione Semi di Laboratorio, in collaborazione con I Teatrini e Nuovo Teatro Nuovo. Alle prime luci dell’alba tre naufraghi si svegliano sulla loro zattera e si accorgono che qualcosa è cambiato. Un vuoto accoglie il loro risveglio.

Nei giorni passati il quarto naufrago (un poeta-guida), per farli sopravvivere allo sconforto della loro condizione, li ha convinti che se arriverà la pioggia subito dopo comparirà una nave all’orizzonte e potranno essere tratti in salvo.

La programmazione della terza edizione di Nuove Sensibilità a Napoli si concluderà con il debutto, martedì 20 ottobre alle ore 21.00 (repliche fino al 1 novembre), di Brugole, scritto da Lisa Nur Sultan e interpretato da Elisa Lucarelli, Leonardo Maddalena, Emiliano Masala.

Presentato da Nuovo Teatro Nuovo, con il sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano, lo spettacolo nasce da una riflessione sulle costrizioni invisibili di cui siamo vittime: i divieti interiorizzati, gli imperativi acriticamente accettati, la fede nelle scelte della massa.

Racconta un mondo che gira a vuoto, un infinito smontare e rimontare pezzi senza più alcuna progettualità. Nonostante l’impressione di estrema razionalità: si monta, si smonta ma non si costruisce più nulla.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©