Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Oltre 10mila visitatori nel primo weekend a Napoli per DAYS OF THE DINOSAUR


Oltre 10mila visitatori nel primo weekend a Napoli per DAYS OF THE DINOSAUR
06/11/2012, 14:03

Un viaggio nella preistoria, indietro di 250 milioni di anni: nel suo primo fine settimana a Napoli la mostra DAYS OF THE DINOSAUR è già stata vista da oltre 10.000 visitatori. Un successo incredibile per l’esposizione che ha toccato più di 20 paesi nel mondo e che nelle precedenti tappe italiane (Roma e Torino) ha fatto segnare complessivamente 300.000 visitatori. Fortemente voluta dall’assessore comunale alle Pari Opportunità, Sport e Politiche Giovanili Pina Tommasielli, la mostra gode dei patrocini del Comune di Napoli e della Regione Campania ed è allestita negli spazi del Real Albergo dei Poveri di piazza Carlo III.

Dal pomeriggio di mercoledì 31 ottobre alla sera di domenica 4 novembre, l’affluenza nei corridoi di “Days of the Dinosaur” è stata strabiliante. Intere famiglie, ragazzini, comitive di turisti hanno percorso – stupiti e entusiasti – i padiglioni dell’Albergo dei Poveri, ammirando e fotografando gli esemplari dell’allestimento e provando l’emozione di sentirsi piccoli scienziati alla ricerca del passato. Ecco le sensazioni che i più piccoli, in compagnia dei loro genitori, sperimentano nel “DinoLab”, scavando nei box di sabbia alla ricerca delle ossa dei giganteschi rettili. Non solo: il viaggio tra scienza e gioco inizia con la proiezione di un filmato sull’era preistorica e si conclude con la session fotografica in cui ogni bambino può essere ritratto cavalcando il dorso degli amati animali.

Le austere e monumentali stanze dell’architettura settecentesca progettata da Ferdinando Fuga sono state trasformate infatti nell’habitat naturale dei giganti del passato: un team di paleontologi ha curato la ricostruzione di ogni dettaglio: dalla scelta delle specie ai movimenti e ai “comportamenti” dei dinosauri che – in alcuni casi – sono i grado di muovere anche parti minute del proprio corpo come occhi, lingua e dita, con un effetto di straordinario realismo.

 

Sono 50 i dinosauri “vivi”. Una vera e propria meraviglia della robotica, che porta il pubblico alla scoperta di un mondo perduto: alcuni di loro sono famosi per essere apparsi in libri e film di grande successo, come Jurassic Park; altri sono fondamentali per comprendere le mutazioni che hanno trasformato il mondo. Dal terrificante Tyrannosaurus Rex, una vera e propria icona, allo Spinosaurus – noto ai più piccoli per essere stato il “cattivo” del terzo episodio del cartoon L’era glaciale – dall’Ankylosaurus, completamente ricoperto di placche ossee, un vero e proprio carroarmato dell’antichità, al più piccolo Archaeopteryx, i dinosauri piacciono ai bambini e agli adulti, conquistando anche molti visitatori eccellenti. Tra questi, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

DAYS OF THE DINOSAUR ha il pregio di avvicinare e interessare un pubblico di giovani, bambini e famiglie a temi scientifici, senza risultare mai noiosa. Crea curiosità circa i temi dell’evoluzione delle specie e dei cambiamenti che hanno sconvolto il pianeta e avvicina ad essi in forma di gioco, in maniera immediata e semplice. DAYS OF THE DINOSAUR è un’esperienza unica, eccitante e coinvolgente. Un percorso nella storia, per scoprire l’evoluzione della vita sulla Terra. L’appuntamento, adesso, è per giovedì 8 novembre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©