Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Omaggio ad Annibale Ruccello e nel ricordo di Stefano Tosi


Omaggio ad Annibale Ruccello e nel ricordo di Stefano Tosi
16/04/2012, 11:04

Mercoledì 18 aprile alle ore 11.00 il Presidente dell'Accademia di Belle Arti di Napoli Sergio Sciarelli ed il Direttore Giovanna Cassese presenteranno la retrospettiva teatrale "Omaggio ad Annibale Ruccello e nel ricordo di Stefano Tosi" a cura di Stefano De Stefano e Tonino Di Ronza.

Per l'occasione Giulio Baffi, Manlio Santarelli, Mario Santella, Pierpaolo Sepe, Cristina Donadio, Antonella Morea, Rino di Martino, Stefano De Stefano presenti alla manifestazione daranno vita ad un aperto dibattito sul ruolo dell'opera di Annibale Ruccello nell'evoluzione del teatro del novecento.



Con tale iniziativa l'Accademia di Belle Arti intende unirsi alle celebrazioni, per i 25 anni dalla morte del giovane commediografo, attore e regista stabiese prematuramente scomparso insieme al fraterno amico e collega Stefano Tosi al cui ricordo e' indirizzata la rassegna. Nel teatro Antonio Niccolini saranno portati in scena per l'occasione gli spettacoli "Mamma" interpretato da Rino di Martino con la regia di Antonella Morea e "...da questo tempo e da questo luogo...25 rose dopo" di e con Cristina Donadio. La scelta operata dai curatori della rassegna intende offrire agli spettatori il messaggio diretto dell'opera di Ruccello. Con lo spettacolo "Mamma" una delle sue ultime produzioni (1986) che segue i successi di Ferdinando (1985) per il quale vinse il premio IDI per migliore testo teatrale e migliore messinscena (1986), Ruccello mette in scena la pluralita' di aspetti, e di comportamenti, di un unico ruolo quello di madre. Attraverso la presenza di un singolo, Rino di Martino, l'autore da vita al racconto di tre madri le cui differenti vite sono unite nel loro ruolo antico e contemporaneo al tempo stesso. Cristina Donadio moglie e collega di Stefano Tosi con "...da questo tempo e da questo luogo...25 rose dopo" porta in scena se stessa, le sue emozioni, il fatto di cronaca che investe la sua vita privata ed artistica. L'attrice ed autrice allo stesso tempo affida al palcoscenico la storia di tre individui che il destino unisce per sempre.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©