Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Oscar 2012, impazzano i bookmaker


Oscar 2012, impazzano i bookmaker
23/02/2012, 15:02

ROMA - La cerimonia di premiazione degli Oscar 2012 e non c’è cerimonia di premiazione senza red carpet: anche quest’anno gli occhi del pubblico saranno puntati sulle mise scelte dalle attici che interverranno alla cerimonia, con particolare attenzione a quella che riceverà la statuetta come migliore interprete del 2012. Se in lavagna è testa a testa tra Meryl Streep e Viola Davis, i bookmaker stranieri non hanno dubbi sullo stilista che disegnerà l’abito indossato dall’attrice premiata con la preziosa statuetta: sarà bianco (a 3,75) e sarà firmato da Yves Saint Laurent (un’ipotesi in lavagna a 8,00); per salire sul palco a ritirare il riconoscimento, però, la migliore attrice protagonista potrebbe puntare su un designer italiano - Armani, informa Agipronews, è offerto a 9,00, Valentino si gioca a 11,00 e Versace a 13,00 – e su colori più sobri e classici (il nero e il blu sono bancati a 4,00).

Facile che, con l’Oscar tra le mani, le star di Hollywood non reggano all’emozione e si sciolgano in lacrime: secondo i quotisti sarà la vincitrice della statuetta come migliore attrice non protagonista a commuoversi durante il discorso di ringraziamento (a 2,87), mentre si sale a 5,00 per le lacrime della migliore attrice. Difficile che l’emozione tradisca il miglior attore (a 10,00) o il miglior regista (a 11,00). Ma nella tradizione degli Oscar sono tante le star che, invece di commuoversi, si sono lasciate sfuggire una parolaccia di troppo: quest’anno potrebbe capitare al miglior attore (a 3,25), mentre si sale a 4,50 per la parolaccia della migliore attrice. In certi casi, per evitare figuracce, è meglio pronunciare un semplice “grazie”: un discorso troppo breve, che però vale 11 volte la scommessa. Si gioca a 17,00, invece, la possibilità che uno dei premiati lasci cadere la statuetta dall’emozione, mentre il ruzzolone sul palco, spesso causato dai tacchi troppo alti, è bancato a 21,00. E la security del Kodak Theatre dovrà pure tenere alla larga gli "streaker", uomini e donne completamente nudi che interrompono un evento come forma di protesta o semplicemente per esibizionismo: l’irruzione sul palco è offerta a 17,00.

Tra le tante star che riceveranno una statuetta per la loro interpretazione, l’Academy ha “dimenticato” di candidare alcuni tra gli “attori” più simpatici, come il migliore amico di Jean Dujardin in “The Artist”, il Jack Russel Uggie, o Joy, il cavallo protagonista di “War Horse”: è stato proprio il regista Steven Spielberg ad avanzare l’idea di un premio agli animali che “recitano” sul set e i bookie scommettono che il primo a vincere il singolare riconoscimento sarà proprio un cane (a 3,00).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©