Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Grazie alla sinergia tra Comune e il Teatro Pubblico Campano

Pagani, parte la stagione teatrale all'auditorium Sant'Alfonso Maria de' Liguori


Pagani, parte la stagione teatrale all'auditorium Sant'Alfonso Maria de' Liguori
13/11/2010, 13:11

Stamattina proprio nei locali del complesso artistico culturale la conferenza stampa di presentazione del ricco cartellone di appuntamenti alla presenza dell'Onorevole Alberico Gambino, del Sindaco Salvatore Bottone, del Direttore Artistico Claudio Tortora e dei vertici del Teatro Pubblico Campano. Presenti, inoltre, assessori, consiglieri comunali ed operatori del settore. Si parte con Rosaria De Cicco e Federico Salvatore in “Novecento Napoletano”. Il 28 dicembre, invece, la grande musica di Gigi Finizio, il 22 gennaio Paolo Caiazzo e Maria Mazza in “Tesoro non è come credi”. Martedì 1 febbraio appuntamento con Lina Sastri in “Per la mia strada”. Sabato 12 febbraio Carlo Buccirosso in “Il miracolo di Don Ciccillo” mentre sabato 26 febbraio sarà la volta di Raffaele Paganini con il suo “Un americano a Parigi”. Domenica 20 marzo Carlo Giuffrè in “I casi sono due”. Gran finale affidato a Biagio Izzo con “Guardami Guardami”. Al costo di 190 euro è già possibile acquistare gli abbonamenti rivolgendosi al botteghino del teatro aperto tutti i giorni dalle 10,00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00. “E' un sogno che diventa realtà- ha dichiarato l'Onorevole Alberico Gambino- Finalmente anche la nostra città ha un teatro e può allestire una stagione di appuntamenti di grande rilievo. Desidero ringraziare tutti coloro che hanno lavorato, insieme a me, affinchè questo grande progetto diventasse realtà che affiancherà il cinema la cui inaugurazione ci sarà il prossimo 12 dicembre”. “Oggi- ha dichiarato Salvatore Bottone- è un momento storico per la nostra comunità, raggiunto grazie alla caparbietà di quanti, con Alberico in testa, hanno creduto nel cambiamento di Pagani”. “Si apre uno spazio importante- ha concluso il Direttore Claudio Tortora- un luogo dove si investe sulla cultura, sulla crescita di ogni singolo spettatore”

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©