Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

«Palco libero al Trianon» con LaStè, C’è e M52


«Palco libero al Trianon» con LaStè, C’è e M52
24/07/2012, 15:19

Mercoledì 25 luglio prossimo, alle 21, settimo appuntamento di «Palco libero al Trianon», la nuova rassegna musicale del teatro pubblico del centro antico che dà spazio alle formazioni indipendenti napoletane e campane: si esibiranno LaStè & Motorcycle mama, C’è e M52.

Il teatro è climatizzato. Ingresso libero per il pubblico.

Palco libero al Trianon è organizzato in collaborazione con il Mei - Meeting degli Indipendenti e il suo festival di musica italiana dal vivo per giovani emergenti Supersound di Faenza, la fiera del disco e della musica DiscoDays e il webmagazine specializzato Mayday news di Napoli, con il media partnering di radio Marte.

Informazioni allo 081-225 82 85. Per candidature di partecipazione scrivere a palcolibero@teatrotrianon.org.

 

LaStè & Motorcycle mama

Stefania Aprea, in arte LaStè, compie i primi passi in musica sin da giovanissima interpretando classici del repertorio italiano e internazionale, cantando in varî gruppi musicali di stampo rock/blues/soul.

L’incontro con i Pennelli di Vermeer le aprono nuovi scenari che le consentono di partecipare alla Piedigrotta del 2009 e di aprire i concerti di Pino Daniele e della Pfm.

È accompagnata dalla Motorcycle mama: Marco Sorrentino (batteria), Giuseppe Villano (chitarra solista), Luigi Gennaro Izzo (basso) e Antonella Bianco (chitarra ritmica).

 

C’è

Cesare Isernia, in arte C’è, cantautore sin da giovanissimo, ha all’attivo il disco autoprodotto Anime, missato da Enzo “Soulfingers” Rizzo.

L’album arriva dopo varie esperienze artistiche, tra cui la partecipazione al Cet di Mogol, che gli hanno consentito di trovare un proprio percorso musicale.

Con lui, alla voce e chitarra acustica, suonano Marco Salvatore (batteria), Alessandro Morlando e Gaetano Fontanella (chitarra elettrica) e Diego Capone (basso).

 

M52

Gli M52 sono una band alternative/rock della provincia di Napoli.

Le loro canzoni variano tra ballate malinconiche e impegnate a pezzi un po’ più “energetici”.

Il sound, molto “chitarroso”, accontenta gli amanti del genere senza però mai tradire la melodia e l’equilibrio tra gli strumenti.

La formazione è composta da Stefano Pelosi e Alberto Marzoni (chitarre), Pasquale A. Veneruso (batteria), Dario Riccardi (voce) e Dario De Simone (basso).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©