Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Uno sguardo ironico e paradossale su Palermo

Palermo, in scena "Vucciria in piazza" di Stefano Piazza


Palermo, in scena 'Vucciria in piazza' di Stefano Piazza
29/11/2010, 15:11

Arriva all'Agricantus lo spettacolo di Stefano Piazza, "Vucciria in piazza". Per la regia di Ernesto Maria Ponte, lo spettacolo andrà in scena il 2, il 16 e il 30 dicembre 2010 alle 21.30. La piece guarda in chiave ironica agli stereotipi legati ai palermitani, riprendendo la tradizione del racconto popolare.
Lo hanno definito "Teatro comico ma di ricerca". Si tratta di Stefano Piazza, giovane attore palermitano, che in questo freddo autunno sta riscaldando i giovedì dei teatri. Dopo il successo dell'estate a Villa Pantelleria e di novembre al teatro Al Convento arriva in quello che da più di vent'anni è un saldo punto di riferimento nella vita culturale di Palermo: il teatro Ccp Agricantus, di via Nicolò Garzilli 89 a Palermo. Vucciria in Piazza sarà in scena il 2, il 16 e il 30 dicembre alle 21.30
E', quello del giovane e promettente Piazza, un teatro di ricerca che mischia la comicità degli spettacoli con squarci poetici, fondendo la tradizione del dialetto con la satira sulla modernità. Attento a tutti i cambiamenti, li analizza nei suoi monologhi, proponendo battute che prendono di mira tutti gli aspetti: la politica, i rapporti interpersonali, la televisione, il calcio.
Lo spettacolo è una serie di monologhi forti e di duelli verbali, che suggerisce un nuovo utilizzo della parola, del parlato dialettale. Il risultato è uno spettacolo esilarante, che lascia un sorriso spesso amaro, ma sempre con un ritmo serrato e travolgente. Una ricerca che è continuamente troviamo tra le origini e le tradizioni della Sicilia di Sciascia e Guttuso: odori, sapori, profumi visti con l'occhio ingenuo di chi, in modo disarmante e forse senza saperlo, evidenzia il confine labile tra il reale e l'assurdo di questa nostra amara terra, definita dallo stesso Sciascia irredimibile.
Utilizzando lo stile del racconto delle storie siciliane illustra inoltre caratteristiche e luoghi del nostro territorio a lui cari, con un omaggio a Renato Guttuso che va ben oltre la scelta del titolo di questo spettacolo, e il racconto di quel tempo in cui il capoluogo siciliano visse un periodo magico della vita culturale italiana.
Stefano Piazza è conosciuto per le sue performance satiriche e spesso irriverenti, ha dato vita a un personaggio televisivo "l'onorevole Pino Occhio" che, utilizzando un miscuglio tra fantasia e satira, racconta il lato paradossale della nostra quotidianità e di ciò che succede in Italia.
Vanta diverse collaborazioni con artisti nazionali di tutto rispetto, con i quali e grazie ai quali si è esibito in innumerevoli spettacoli, da Giovanni Cacioppo a Ivan Fiore, Rocco Barbaro e Dario Vergassola, da Nino Frassica a Ernesto Maria Ponte, che di questo spettacolo cura la regia.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©