Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

PAOLO CAIAZZO AL GIFFONI TEATRO D'INVERNO


PAOLO CAIAZZO AL GIFFONI TEATRO D'INVERNO
06/02/2008, 15:02

Follie e suggestioni caratterizzano il quarto appuntamento della seconda edizione di Giffoni Teatro d’Inverno, promossa dall’omonima Associazione. Venerdì 8 febbraio toccherà a Paolo Caiazzo magnetizzare la platea del Teatro Cinema Valle di Giffoni Valle Piana con lo spettacolo “Tonino Cardamone e… il mistero fatto in casa”.

Alla luce dell’enorme successo del personaggio ideato da Caiazzo, la cui versione in DVD ha venduto solo a Napoli 8mila copie, l’artista napoletano ha deciso di proporre un sequel delle sue disavventure. “Mentre nel primo episodio abbiamo voluto analizzare la follia del singolo – spiega Caiazzo - questa volta abbiamo voluto affrontare un tema vasto e, al tempo stesso, delicato, ispirandoci alle suggestioni di un grande successo internazionale come Il “Codice Da Vinci”. In un’epoca materiale come la nostra, il discorso della fede religiosa è diventata più una motivazione finta per accaparrarsi pozzi di petrolio che una ragione di essere. Eppure la gente ha bisogno di credere ed è disposta a farsi suggestionare anche dalle cose che possono sembrare più assurde, scatenando una follia collettiva”.

La storia narra gli imprevedibili smarrimenti familiari di casa Cardamone quando, in una notte invernale, viene turbata da un condomino, tal signore Sannino. L’uomo, direttore di un famoso museo napoletano, prima di scomparire, lascia loro uno scrigno chiuso e protetto da un criptex. Un mese dopo si scoprirà che Sannino è stato assassinato. Nel frattempo la famiglia Cardamone comprende che lo scrigno contiene un segreto che sconvolgerà il mondo. Le numerose similitudini tra la loro storia e quella del Codice da Vinci portano a far credere alla famiglia di essere i nuovi custodi del Santo Graal. La voce si sparge rapidamente nel quartiere e la casa diventa meta di pellegrinaggio e di cospicue offerte. Arriva la ricchezza e la gioia di una vita non più di stenti, ma il Vaticano invia un esperto per verificare l’evento miracoloso e i colpi di scena risolvono la faccenda in una grande risata.

In scena con Caiazzo anche Maria Bolignano, il trio formato da Corrado Ardone, Massimo Peluso, Ettore Massa, (complici anche del testo teatrale come per gli spettacoli precedenti), Francesco Mastrandrea, Thayla Orefice e Massimo Napoletano. Guglielmo Marino firma invece la regia. “Quando Paolo mi ha proposto la regia, dopo l’esaltante esperienza condivisa con ‘Tonino Cardamone giovane in pensione’ – spiega Marino - ho accettato con entusiasmo perché sapevo che avrei ritrovato un gruppo caratterizzato da grande affiatamento e da creatività collettiva. Ancora una volta il mio compito è stato agevolato dalla grande professionalità degli interpreti”.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21. Il costo dei biglietti è di 24 euro per la platea e 20 per la galleria (incluso diritto di prevendita). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro (339 4611502), Informagiovani di Giffoni Valle Piana (089 866760); www.giffoniteatro.it.

L’appuntamento successivo della Stagione di Prosa sarà con Corrado Tedeschi protagonista, mercoledì 27 febbraio, dello spettacolo  “Plaza Suite”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©